00:07 18 Novembre 2017
Roma+ 10°C
Mosca+ 2°C
    Esercito siriano a Deir ez-Zor

    Forze governative siriane strappano all'ISIS 2 quartieri di Deir ez-Zor

    © AFP 2017/ Kobajjep
    Mondo
    URL abbreviato
    11108170

    Le forze governative siriane hanno cacciato i combattenti del sedicente "Stato Islamico" da due quartieri sudorientali di Deir ez-Zor. Lo ha riferito una fonte al corrispondente di RIA Novosti dal posto.

    "L'esercito siriano ha raggiunto l'Eufrate, dopo aver liberato due quartieri. Sul fronte orientale, gli islamisti sono stati respinti a 5 chilometri dalla base aerea", ha riferito la fonte.

    Secondo lui, una parte dei terroristi è fuggita in direzione della città di Mayadin, mentre altri hanno attraversato l'Eufrate riparandosi nei quartieri settentrionali della città.

    Ieri era stato riferito da una fonte nelle forze governative che diversi combattenti del Daesh si erano arresi. A suo parere, il fatto indica che i terroristi non riusciranno a resistere a lungo.

    Attualmente le forze governative siriane con il sostegno dell'aviazione russa avanzano neIle zone limitrofe alla città. Le forze fedeli ad Assad sono riuscite a far arretrare i jihadisti ad est di 5-7 chilometri al di là dell'Eufrate.

    Deir ez-Zor, la più grande città nell'est della Siria, e una base militare nei suoi sobborghi, per più di 3 anni sono state circondate dalle forze islamiste. L'esercito siriano, con il sostegno dell'aviazione russa, ha sbloccato la città il 5 settembre.

    Correlati:

    Botta e risposta tra USA e Russia sulle accuse del Pentagono in Siria
    “Non i militari americani, ma i russi distruggeranno ultima roccaforte dell'ISIS in Siria”
    In Siria si ricostruiscono chiese e monasteri cristiani dopo vittorie forze filo-Assad
    A Washington ritengono “Siria non stabile” con Assad al potere
    Forze governative siriane conquistano alture strategiche a Deir ez-Zor
    Esercito siriano inizia offensiva contro resistenza dell'ISIS a Deir-ez-Zor
    Tags:
    Terrorismo, combattimenti, crisi in Siria, Daesh, Esercito della Siria, Deir ez-Zor, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik