18:31 26 Settembre 2017
Roma+ 21°C
Mosca+ 11°C
    Kaspersky Lab

    Capo Kaspersky Lab testimonierà al Congresso USA

    © Sputnik. Sergey Guneev
    Mondo
    URL abbreviato
    251961

    Evgeny Kaspersky accetterà l’invito di testimoniare al Congresso USA dopo il divieto dell’uso dei prodotti della società nelle istituzioni governative americane, ha detto in una dichiarazione il "Kaspersky Lab".

    "Spero di rispondere pubblicamente alle accuse contro la mia compagnia e i suoi prodotti" ha dichiarato lui.

    Mercoledì il Ministero della sicurezza interna USA ha imposto a tutte le istituzioni governative di smettere di usare i programmi del Kaspersky Lab per tre mesi, perché alcuni dipendenti della compagnia sono legati in qualche maniera ai servizi segreti russi. Il dipartimento ha segnalato che la compagnia potrebbe protestare per tale decisione.

    L'ambasciata russa ha condannato con determinazione tali misure osservando che potrebbe rovinare il ripristino delle relazioni tra Mosca e Washington.

    Kaspersky Lab ha assicurato di non aiutare nessun governo in tentativi di cyberspionaggio, e che le informazioni dei clienti sono ben difese. La compagnia ha definito le accuse come illegali e ha detto di avere la certezza che le indagini dimostreranno l'infondatezza delle accuse.

    Il portavoce presidenziale Dmitry Peskov ha definito le azioni di Washington una manifestazione di concorrenza sleale. Egli ha sottolineato che questo divieto getta un'ombra sull'immagine degli USA come un partner affidabile.

    Correlati:

    A Mosca si commenta il divieto dei programmi di Kaspersky Lab negli Stati Uniti
    Amministrazione USA ordina agli uffici governativi: “sbarazzatevi di Kaspersky Lab”
    USA, importante catena di negozi sospende vendite prodotti di Kaspersky Lab
    Kaspersky Lab è una pericolosa minaccia alla sicurezza nazionale degli USA
    Tags:
    Sanzioni, Antivirus Kaspersky, Divieto, ministero della sicurezza interna usa, Eugene Kaspersky, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik