15:37 24 Novembre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-4°C
    Personnel near an S-400 Triumf anti-aircraft weapon system during the combat duty drills of the surface to air-misile regiment in the Moscow Region.

    “La fiducia nella NATO è minata”: la Turchia spiega l’acquisto di armi dalla Russia

    © Sputnik. Grigoriy Sisoev
    Mondo
    URL abbreviato
    152567262

    Il segretario stampa della Commissione per la difesa del parlamento turco, Murat Bajbatur, in una intervista con Sputnik Turchia ha commentato l'accordo russo turco per la consegna di sistemi d'arma missilistici S-400 e la reazione dei paesi occidentali.

    "La Turchia è un paese indipendente, il quale autonomamente basandosi sui propri interessi prende decisioni riguardanti di quali sistemi d'arma dotarsi e da quali paesi acquistarli" ha sottolineato lui.

    La reazione negativa degli Stati Uniti e dei paesi europei per l'acquisto del sistema missilistico russo non è stata una sorpresa per il governo turco ha detto Bajbatur. Con questo ha dichiarato che la reazione è illogica perché gli stessi paesi occidentali non hanno voluto vendere i sistemi missilistici necessari alla Turchia, la quale oltretutto è membro della NATO.

    "La Russia ha creato uno dei più avanzati e affidabili sistemi sistemi d'arma al mondo. La Turchia lo acquisterà secondo un pagamento specifico, in questa situazione non c'è nulla che possa causare problemi. Se qualcuno è interessato a questo processo, allora che forniscano alla Turchia il sistema Patriot o altri sistemi missilistici" riporta Sputnik le parole di Bajbatur.

    Bajbatur ha anche commentato la dichiarazione del Ministro degli affari esteri tedesco Sigmar Gabriel e sull'intenzione di Berlino di porre fine alla vendita di armamenti ad Ankara. Secondo lui l'acquisto degli S-400 dalla Russia è giustificato dalla necessità della Turchia di  garantire la propria difesa dalle minacce all'unità territoriale del paese. I paesi NATO non forniscono aiuto alla Turchia per risolvere questi problemi, e nemmeno nella lotta al terrorismo, ha osservato lui.

    Bajbatur ha definito notevole la dichiarazione del Pentagono sull'intenzione degli Stati Uniti di "accellerare il processo di consegna dei sistemi missilistici corrispondenti agli standard NATO". Ricorda che l'intenzione della Turchia di comprare gli S-400 russi era ben nota, ma l'Occidente apparentemente non riteneva credibile un simile affare. Di conseguenza, tali proposte dei paesi occidentali sono cominciate a giungere solo dopo la conclusione dell'accordo con la Russia.

    Erdogan: USA infuriati per accordo su S-400 con Russia
    © Sputnik. Vitaly Podvitsky
    Ha osservato che l'acquisto degli S-400 dalla Russia non impedisce alla Turchia di acquistare armi simili in Occidente. "La Turchia è stata ingannata ripetutamente dai suoi alleati della NATO e per questo la sua fiducia è seriamente compromessa. Se gli Stati Uniti, i paesi occidentali e la NATO sono sinceri nelle loro intenzioni riguardo all'offerta dei sistemi di difesa aerea, vogliamo vedere da parte loro azioni concrete in questa direzione" ha concluso Baybatur.

    Martedì è stato reso noto che Mosca e Ankara hanno firmato un accordo sulla vendita di sistemi russi S-400 per la difesa aerea in Turchia. Il Pentagono ha espresso preoccupazione per l'acquisto di armi russe dalla Turchia. Il presidente del paese Tayyip Erdogan ha criticato la reazione degli Stati Uniti, affermando che l'Ankara determinerà autonomamente la propria politica.

    Correlati:

    Preoccupazione in Germania: “lanciamissili russi S-400 allontanano Turchia dalla NATO”
    Erdogan: USA infuriati per accordo su S-400 con Russia
    Erdogan: Turchia paga prima rata per gli S-400 russi
    Russia: decine di richieste per la fornitura di contraerea S-400
    Tags:
    armamenti, Armamenti, corsa agli armamenti, NATO, Recep Erdogan, Turchia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik