10:05 18 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 0°C
    Sebastian Gorka (Archivfoto)

    Ex dipendente Casa Bianca indica il più grande sostenitore del terrorismo al mondo

    © AFP 2017/ ALEX WONG / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP
    Mondo
    URL abbreviato
    20052

    L’ex vice assistente del presidente USA Sebastian Gorka ha definito il “jihadismo sciita”, culto religioso dell’Iran, una minaccia più grande rispetto alle correnti radicali dell’Islam sunnita, i quali seguaci hanno organizzato gli attentati in America l'11 settembre 2001.

    Parlando ad una conferenza internazionale nella città israeliana di Herzliya, Gorka ha approvato la scelta delle autorità dello stato ebraico e personalmente del Premier Benjamin Netanyahu, che da tempo aveva elevato l'Iran al rango di "minaccia numero uno" per il suo progetto nucleare ridotto ma non fermato, per il suo programma missilistico, per la  retorica ostile della leadership e per il sostegno delle forze anti-israeliane in tutto il Medio Oriente.

    "Negli ultimi 16 anni ci siamo concentrati sui jihadisti sunniti. Questo si spiega col fatto che i jihadisti provenienti da Arabia Saudita ed Egitto hanno pilotato gli aerei contro le torri gemelle nel 2001. I jihadisti sunniti hanno organizzato attentati a Fort Hood, Boston, a San Bernardino e così via. Ma faremo fronte a loro, li schiacciremo con l'aiuto dei nostri amici e alleati " ha detto Gorka.

    "Ma sono convinto che ci sia un problema più grave… il jihadismo sciita è probabilmente un grosso problema" ha aggiunto.

    Insieme ai leader israeliani, Gorka ha definito l'Iran "il più grande sponsor del terrorismo nel mondo", una teocrazia che "ha perfezionato l'arte dei combattimenti mediati attraverso l'uso di strutture di fantoccio" incluso il movimento sciita libanese Hezbollah.

    Ha criticato gli accordi delle sei "grandi potenze", tra cui gli Stati Uniti, con l'Iran, che due anni fa hanno accettato di limitare il programma nucleare iraniano in cambio del ritiro delle sanzioni. "Non hanno eliminato la possibilità che l'Iran possa ottenere armi nucleari, è stata solo rimandata… Dobbiamo imparare dai nostri amici israeliani". Israele aveva ragione riguardo la minaccia della Repubblica islamica" ha dichiarato Gorka.

    Correlati:

    Londra sospetta Iran e Russia di coinvolgimento nel programma nucleare nordcoreano
    Media: possibile partecipazione di Iran e Russia a programma nucleare della Corea del Nord
    L'Iran ha testato il sistema missilistico di difesa aerea "Bavar-373"
    L'AIEA ritiene che l'Iran soddisfa i termini dell’accordo nucleare
    Tags:
    Armamenti, armi nucleari, Crisi in Medio Oriente, Sunniti, Hezbollah, Sciiti, Sebastian Gorka, Israele, Iran
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik