04:10 18 Dicembre 2017
Roma+ 5°C
Mosca+ 1°C
    Sputnik

    Gli attacchi contro Sputnik in USA violano la libertà d’informazione

    © Sputnik. Igor Russak
    Mondo
    URL abbreviato
    761

    Le accuse degli Stati Uniti nei confronti dell’agenzia Sputnik e l’interrogatorio di un suo ex dipendente violano il principio della libertà d’informazione, ha dichiarato a RIA Novosti il vice segretario della Camera Civica della Russia Sergey Ordzhonikidze.

    Il portale Yahoo News citando fonti anonime ha comunicato che il Bureau federale per le indagini USA ha interrogato un ex dipendente Sputnik, Andrew Feinberg, nell'ambito delle indagini secondo le quali Sputnik agisca come organo di propaganda russa e che violi la legge americana sulle agenzie straniere (FARA). Con questo il portale afferma che l'FBI ha ottenuto l'accesso alla corrispondenza di lavoro di Feinberg e di un altro ex impiegato dell'ufficio di Washington dell'agenzia Joseph John Fionda.

    "Questa è una elementare intimidazione dei rappresentanti dei media, i quali riportano notizie e informazioni scomode. Questa è una violazione del prinicipio di libertà d'informazione, come riportato dalla legge di Helsinki" ha osservato Ordzhonikidze.

    L'FBI in due giorni non ha risposto alla richiesta ufficiale se stia conducendo o meno delle indagini nei confronti dell'agenzia.

    Correlati:

    La persecuzione di Sputnik negli USA viola la libertà di informazione
    Simonyan su FBI contro Sputnik: la libertà di parola si rivolta nella tomba
    L'FBI interroga l'ex-dipendente di Sputnik sulle comunicazioni interne
    Tags:
    Libertà, liberta` di stampa, stampa, libertà d'espressione, Investigazione, FBI, Sputnik, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik