09:22 17 Dicembre 2018
Margarita Simonyan, caporedattore di Rossiya Segodnya

Simonyan su FBI contro Sputnik: la libertà di parola si rivolta nella tomba

© Sputnik . Vitaly Belousov
Mondo
URL abbreviato
22331

La redattrice capo di Sputnik Margherita Simonyan, commentando l'interrogatorio dell'FBI all'ex dipendente di Sputnik, ha espresso la certezza che se contro l'agenzia è in corso un'indagine nei confronti dei giornalisti, in Russia possono essere adottate misure analoghe.

Il portale Yahoo News, citando fonti anonime, ha riferito che l'FBI ha interrogato l'ex dipendente di Sputnik Andrew Feinberg nell'ambito di un'inchiesta dei messaggi che l'agenzia agisca come organo della propaganda russa, violando la legge americana FARA sugli agenti stranieri. Il sito sostiene che l'FBI ha ottenuto l'accesso alla corrispondenza di Sputnik di Feinberg e di un altro ex dipendente dell'ufficio di Washington, Joseph John Fiondi.

L'FBI per due giorni non ha risposto alla richiesta ufficiale riguardo le indagini contro l'agenzia.

"Non c'è dubbio che la Russia ora risponderà pari pari all'indagine dell'FBI, ed ora inizieranno a controllare il lavoro dei giornalisti americani a Mosca. Tutto questo è più che disgustoso. La libertà di parola si rivolta nella tomba, uccisa da quelli che l'hanno inventata" ha detto Margherita Simonyan.

 

Correlati:

Simonyan dichiara quando finirà la guerra mediatica mondiale
Margherita Simonyan ha commentato la dichiarazione del capo della CIA su RT
Simonyan risponde ad accuse di aver "minato" elezioni USA mediante RT
Tags:
indagine, FBI, Sputnik, Margarita Simonyan, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik