20:18 20 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
342
Seguici su

Il procuratore generale americano Jeff Sessions vuole trovare la fonte della fuga di informazioni al Consiglio di Sicurezza nazionale, sottoponendo i dipendenti al poligrafo, scrive il sito Axios.

In inverno alla stampa sono trapelati i dettagli delle conversazioni di Trump con il presidente del Messico Enrique Peña Nieto e il primo ministro australiano Malcolm Тurnbull. Con il leader messicano il presidente ha discusso la costruzione del muro al confine, che il Messico si rifiuta di accettare. Con il leader australiano i toni di Trump si sono accesi dopo che Turnbull ha ricordato agli USA i loro obblighi per accogliere i rifugiati che si trovano in Australia.

Non citando fonti specifiche, il sito osserva che Sessions più volte ha nominato la possibilità di verifica tra i colleghi, ma non è chiaro se il personale del Consiglio per la Sicurezza nazionale dovrà superare il test del poligrafo.

A chi verrà sottoposto all'interrogatorio, verrà individualmente chiesto cosa sa della fuga di notizie riguardo le trascrizioni delle conversazioni telefoniche di Trump con i leader stranieri. Il procuratore generale ritiene che la diffusione illegale di informazioni provenga proprio dal Consiglio di sicurezza nazionale e da chi ha accesso alle trascrizioni, scrive il sito.

 

Correlati:

Sessions non se ne andrà dopo pubblicazione conversazioni con ambasciatore russo
Presidente della Repubblica Ceca contro Trump: non mantiene le sue promesse sulla Russia
Martin Schulz: Trump ricopre da troppo tempo l’incarico di presidente USA
Tags:
Test, NSA, Jeff Sessions, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook