22:44 25 Settembre 2017
Roma+ 19°C
Mosca+ 10°C
    Sergey Lavrov

    Lavrov: opposizione siriana dovrà necessariamente allearsi

    © Sputnik. Vitaliy Belousov
    Mondo
    URL abbreviato
    1641100

    La Russia è sicura che l'opposizione siriana dovrà necessariamente allearsi, si deve sviluppare un approccio costruttivo, ha detto il Ministro degli esteri della Russia Sergey Lavrov.

    "Come ho detto, sosteniamo attivamente gli sforzi dell'Arabia Saudita per unire gli oppositori in una delegazione e la piattaforma nell'ambito della quale si terrà questa associazione è in gran parte determinata dalla risoluzione 2254, che vede sia il gruppo di Riyad, sia il gruppo del Cairo, e il gruppo di Mosca come componenti obbligatori dei negoziati a fianco dell'opposizione, e in secondo luogo afferma che solo i siriani stessi possono decidere il destino del loro paese" ha detto Lavrov dopo i colloqui con il Ministro degli esteri dell'Arabia Saudita Adel al-Jubair.

    Secondo lui, sia Mosca che Riyad credono che quando l'opposizione si unirà, "dobbiamo spingere tutti coloro che si uniscono a un'unica delegazione a creare un programma… affinché il percorso verso l'accordo sia concordato dai siriani stessi".

    "Sono fiducioso che, quando l'opposizione si unirà e mi sembra che ciò avverrà necessariamente, incoraggeremo tutti i partecipanti di questa singola delegazione a sviluppare una posizione costruttiva che permetterà l'avanzamento nel quadro del processo di Ginevra", ha aggiunto Lavrov.

    Il conflitto armato in Siria continua da marzo 2011. I negoziati per la pace si tengono presso le sedi di Astana e di Ginevra.

    Correlati:

    Russia e Francia hanno condotto consultazioni sulla Siria
    Siria, la Russia invia cibo e medicine a Deir-ez-Zor
    Siria, Shoigu scrive a Croce Rossa: Intervenire con urgenza
    Klinzevich: perché gli USA hanno evacuato i leader ISIS dalla Siria
    Tags:
    guerra, Guerra, negoziati di pace, Opposizione siriana, Iniziativa Astana, Sergej Lavrov, Siria, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik