22:55 22 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca-2°C
    Valico di frontiera tra Russia e Ucraina

    Aksenov ha commentato l'idea di Kiev di ridurre i punti di controllo in Crimea

    © Sputnik. Andrey Iglov
    Mondo
    URL abbreviato
    2727102

    L’idea di Kiev di ridurre i punti di controllo tra l'Ucraina e la Crimea è dovuto al desiderio di tagliare i canali di ricezione delle informazioni oggettive sugli sviluppi della Crimea russa. Ne è convinto il governatore della Crimea Sergey Aksenov.

    In precedenza il rappresentante permanente del presidente dell'Ucraina in Crimea, Boris Babin, si è detto favorevole alla riduzione dei posti di controllo fra Ucraina e Crimea, da tre a due. Egli ha suggerito che uno dei due valichi di frontiera dovrebbe essere chiuso per motivi di sicurezza nazionale.
    "Il motivo di Kiev è semplice: la paura. Hanno il terrore della verità. Per questo cercano di isolare le persone da qualsiasi fonte obiettiva di informazioni e, in ultima analisi, dalla realtà oggettiva. Le persone che vengono da noi e vedono la situazione con i propri occhi, smettono di credere alla propaganda e iniziano a fare domande scomode per le autorità", ha scritto Aksenov sulla sua pagina di Facebook.
    Il governatore della Crimea ha richiamato l'attenzione sul fatto che una riduzione dei punti di controllo porterebbe ad un aumento delle code al confine.

    "Le autorità del paese confinante vogliono complicare ulteriormente ai suoi cittadini di visitare la Crimea. Noi, dal canto nostro, non intendiamo limitare la possibilità di visitare la penisola ai cittadini dell'Ucraina. Se vengono con buone intenzioni, sono benvenuti", ha scritto Aksenov.
    Lo stesso parere è condiviso dal ministro della politica nazionale, delle informazioni e delle comunicazioni della Crimea Dmitry Polonsky.

    "Ciò porterebbe alla difficoltà di attraversare il confine. In questo caso, il flusso di cittadini ucraini in Crimea in vacanza o dai parenti non potranno che aumentare. Questo viene fatto per rendere difficile l'attraversamento del confine e fermare il flusso di informazioni reali sulla situazione in Crimea, dove oggi sono attuati progetti su larga scala", ha dichiarato Polonsky a RIA Novosti.
    Al confine fra la Crimea e l'Ucraina ci sono tre punti di controllo. Secondo il servizio ucraino delle frontiere, solo nell'agosto 2017 il confine fra Ucraina e Crimea è stato attraversato, in entrambe le direzioni, da più di 350 mila persone.

    Correlati:

    Più di 550 navi già passate sotto la prima arcata del ponte di Crimea
    Figlio di Crusciov spiega perchè il padre ha regalato la Crimea all'Ucraina nel 1954
    Due città della Crimea stringono gemellaggio con città europee
    Tags:
    Controllo alle frontiere, confine, Sergej Aksenov, Crimea, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik