22:08 02 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
18110
Seguici su

Gli archeologi dell'Istituto Nazionale del patrimonio tunisino hanno trovato le rovine dell'antica città romana sommersa, Neapolis.

La città è andata distrutta a causa del maremoto del 21 luglio del 365 D.C., riferisce il portale scientifico ScienceAlert. Gli archeologi hanno trovato dunque conferma ai sanguinosi eventi descritti nella Bibbia. 

Le rovine della città si estendono su 20 ettari, si trovano vicino a Nabeul, al nord-est di Tunisi. I ricercatori hanno trovato strade, monumenti, ma anche anfore per conservare salsa di pesce. Neapolis è stata fondata nel V secolo A.C. Il suo nome, tradotto dal greco, vuol dire "città nuova".

Correlati:

L'Interpol rifiuta di pubblicare le indagini sugli archeologi che lavorano in Karabakh
Archeologi scoprono il segreto della lunga sopravvivenza della prima civiltà umana
Cina: archeologi scoprono una spada antica più di 2mila anni. VIDEO
Tags:
Archeologia, citta, Ricerca scientifica, Tunisia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook