18:38 15 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Kim Jong-un e Donald Trump

    Media: le opzioni degli USA per far pressione su Kim Jong Un

    © AFP 2017/ JUNG Yeon-Je
    Mondo
    URL abbreviato
    606

    Il giornale americano The Wall Street Journal sostiene che l’ultimo test nucleare della Corea del Nord dimostra il progresso, finora sottovalutato dai servizi segreti americani, di Pyongyang che tra poco renderà i cittadini americani vulnerabili ai suoi attacchi.

    "Il solito rafrain degli esperti della politica estera è la frase che alla pace non ci sono buone alternative, eccetto la guerra o il tacito consenso", scrive il giornale. Però gli USA hanno altre opzioni. "Washington può esercitare una forte pressione sulla Corea del Nord e il regime di Kim Jong Un. Per capire in quale modo, bisogna prendere in considerazione il corredo degli strumenti dell'arte della gestione dello stato, spesso chiamato con l'acronimo Dimefil: pressione diplomatica (diplomatic), d'informazione (information), militare (military), economica (economic), finanziaria (finance), di ricognizione (intelligence) e legale (law)", si legge nell'articolo.

    Il giornale analizza quindi tutte le possibili alternative.

    Con la pressione diplomatica gli USA possono… troncare o limitare i legami con la Corea del Nord. Mentre il regime propaganda l'ideologia dell'autosufficienza necessita di legami internazionali per ottenere la valuta stabile, le materie prime e le tecnologie.

    Pressione d'informazione. I transfughi già mandano nel paese informazioni sul mondo esterno. Gli USA e i loro alleati possono allargare questi sforzi e convincere le elite a fuggire o organizzare un colpo di stato.

    Pressione militare. La crescita della difesa antimissile e le forze convenzionali diminuiranno la capacità della Corea del Nord di usare il ricatto nucleare. La dislocazione delle armi tattiche nucleari nella Corea del Sud renderà la minaccia delle misure di risposta più reale.

    Pressione economica. Donald Trump ha detto sabato che gli Stati Uniti stanno considerando la possibilità di introdurre sanzioni contro tutti paesi che fanno affari con la Corea del Nord. Il regime usa le rete dei traider cinesi per schivare le sanzioni e condurre affari legali. L'applicazione delle sanzioni contro questa rete può limitare il commercio con la Corea del Nord.

    Pressione finanziaria. Gli Stati Uniti possono estromettere la Corea del Nord dall'accesso agli intermediari finanziari che effettuano le operazioni in dollari.

    Pressione legale. La commissione inquirente dell'ONU nel 2014 ha denunciato la comprovata violazione dei diritti umani in molti penitenziari nordcoreani. La Cina e la Russia hanno protetto il regime di Kim dal procedimento penale nel tribunale internazionale per i crimini contro l'umanità".

    Pressione d'intelligence. L'iniziativa sulla sicurezza per combattere la proliferazione delle armi di distruzione di massa, lanciata sotto da George W. Bush, ha rintracciato e intercettato le esportazioni di armi dalla Corea del Nord. Il programma può essere esteso per bloccare altri tipi di esportazioni vietati dalle sanzioni delle Nazioni Unite.

    Correlati:

    Putin: in Corea del Nord mangeranno l’erba piuttosto che rinunciare al programma nucleare
    Putin: Corea del Nord non deve temere per la propria incolumità
    Corea, allarme di Seul: Pyongyang sposta missile sulla costa
    Tags:
    pressione, pace, crisi, Media, tensione, risoluzione, Guerra, Corea del Nord, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik