12:39 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
151
Seguici su

Il ministero dell'Industria e del Commercio russo, nonostante lo scandalo delle turbine in Crimea, non teme per la collaborazione fra la Siemens e i costruttori russi, ma mira a svilupparla. Lo ha dichiarato il vice ministro dell'Industria e del Commercio Georgy Kalamanov oggi a margine del salone ferroviario internazionale "EXPO 1520".

"Il ministero dell'Industria e del Commercio non ha alcun timore. Ci auguriamo che la cooperazione si svilupperà", ha detto Kalamanov commentando il futuro della cooperazione tra la Siemens e le aziende russe dopo lo scandalo delle turbine.

La società tedesca Siemens, in particolare, ha una joint venture in Russia con il gruppo russo "Sinara" per la produzione di locomotive elettriche e treni passeggeri.

In precedenza la Siemens aveva denunciato il trasferimento illegale in Crimea di quattro le turbine destinate ad un progetto a Taman, chiedendo la sospensione del contratto e la restituzione dei macchinari. A questo proposito, la società tedesca ha annunciato l'intenzione di rompere gli accordi di licenza con le aziende russe per la fornitura di apparecchiature per le centrali elettriche e di sospendere le consegne dei contratti in essere con le società di stato russe.

Correlati:

Crimea, battaglia legale Russia-Siemens: società tedesca perde 1° round
Russia, ministero Energia commenta sanzioni EU per affare Siemens
Media: UE decide di ampliare sanzioni in relazione a scandalo Siemens
Tags:
turbine, Mistero, Produzione, Treni, Scandalo, industria, Cooperazione, Siemens, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook