20:27 15 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    La mappa del Medio Oriente

    La Russia ha bisogno del Medio Oriente non contro gli USA, ma per i propri interessi

    © Foto: Pixabay
    Mondo
    URL abbreviato
    7113

    Alcuni esperti ritengono che l'avvicinamento della Russia e dei paesi del Medio Oriente sia a breve termine e si verifichi perché i paesi occidentali hanno cominciato a prestare meno attenzione alla regione, ma per Gulf New non è così.

    La Russia persegue nella regione i propri interessi, questo processo è iniziato più di dieci anni fa, scrive il giornalista. Con l'avvento al potere di Vladimir Putin, la Russia ha rafforzato la sua influenza in Medio Oriente, scrive Gulf News. Secondo alcuni analisti, Mosca utilizza la confusione dei paesi occidentali, per assicurarsi una presenza a lungo termine e su larga scala nella regione araba sostenendo la Siria.

    Altri esperti, in particolare del centro di ricerca Rand, al contrario, ritengono che la strategia di Mosca sia a breve termine, mentre i paesi del Medio Oriente usano la Russia solo in alternativa all'Ovest. L'autore dell'articolo apparso su Gulf News non è d'accordo: la Russia in Medio Oriente non agisce in contrasto con i paesi occidentali, ma difende i propri interessi, in maniera più facile da quando gli USA hanno abbandonato la regione. "Questo non è collegato con l'ideologia, non hanno lo scopo di diffondere il comunismo. La mentalità da guerra fredda non c'è più" scrive il politologo.

    Secondo gli esperti di Medio Oriente, per i problemi interni nei paesi europei e in USA, non si capisce da che parte stanno gli stati occidentali. E l'allontanamento degli Stati Uniti dal Medio Oriente è un elemento facilitatore, ma non il motivo.

    "Questo sicuramente aiuta la Russia ad essere tra i principali attori in Medio Oriente. L'America ha lasciato un vuoto, la Russia ora lo riempie" scrive l'autore dell'articolo, citando l'opinione di un analista britannico della Chatham House, Nikolaj Kazhanov.

    La Russia ha iniziato ad interessarsi del Medio Oriente più di dieci anni fa, quando tra il 2005 e il 2007 Putin ha visitato l'Egitto, Israele, Arabia Saudita, Giordania, Qatar, Turchia, Iran ed Emirati arabi uniti. La necessità per la Russia di essere presente in Medio Oriente ha diversi fattori. Prima di tutto, la Russia ha bisogno di uno sbocco dal mar Nero al Mediterraneo. Inoltre, la Russia, uno dei più grandi produttori di petrolio e gas in tutto il mondo, ha bisogno di amicizia o di collaborazione con tutti i soggetti coinvolti nel trasporto delle risorse energetiche dell'Asia Centrale.

    Secondo l'esperto, con cui ha parlato di Gulf News, il Medio Oriente dà la possibilità alla Russia di bilanciare le perdite a causa del conflitto con l'UE e gli USA per l'Ucraina. Così Mosca fa di tutto per non permettere all'Ovest di creare un sentimento anti-russo in questa regione.

    I paesi del Medio Oriente aiutano la Russia contro le sanzioni occidentali, scrive il quotidiano: gli stati arabi che investono nell'economia russa, riempiono il vuoto dei produttori di frutta, verdura e prodotti lattiero-caseari europei. Israele, ad esempio, aiuta Mosca ad ottenere l'accesso alle tecnologie occidentali, che sono direttamente vietate dalle sanzioni.

    Con la convergenza con i paesi della regione, Mosca cerca anche di risolvere il problema della sicurezza, connessa con la crescita degli estremismi. In generale, la cooperazione della Russia con i paesi del Medio Oriente, secondo l'autore dell'articolo, si inserisce nella strategia di Putin per la creazione di un mondo multipolare. A loro volta in Medio Oriente, con l'aiuto degli accordi con la Russia, gli stati cercano di mostrare agli USA che hanno altre opzioni, scrive Gulf News riportando la valutazione degli esperti del centro di Rand.

    Correlati:

    La posizione di Putin ha salvato milioni di vite in Medio Oriente
    Foreign Policy accusa Trump di favorire l'egemonia di Teheran in Medio Oriente
    Vice presidente Iraq: la Russia ha salvato il Medio Oriente dalla distruzione
    L’Iran nel mirino, a rischio il Medio Oriente
    Tags:
    influenza, Influenza della Russia, Vladimir Putin, Medio Oriente, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik