07:17 17 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 8°C
    Una trivella petrolifera in Venezuela

    Huffington Post: la crisi spinge il Venezuela “tra le grinfie dell’orso russo”

    © REUTERS/ Isaac Urrutia/File Photo
    Mondo
    URL abbreviato
    19135

    La Russia concede al Venezuela dei crediti generosi, ma per colpa della crisi, il crollo del prezzo del petrolio e la corruzione Caracas fatica a pagare i debiti. Ciò da invece la possibilità a Rosneft di partecipare nell’estrazione di petrolio e garantire gli interessi della Russia non solo economici ma anche geostrategici.

    La Russia sta partecipando al salvataggio del Venezuela dalla crisi economica, scrive il giornale Huffington Post. Secondo l'autore dell'articolo, l'aiuto finanziario della Russia al governo di Maduro "non lo lascia affogare in un mare di debiti". La Russia è interessata nel conservare il regime presente, cerca di prendere sotto controllo le risorse petrolifere nel paese e allo stesso tempo garantire i suoi interessi geostrategici davanti agli USA.

    Secondo l'articolo, il Venezuela è l'importatore più grande degli armamenti russi. L'autore ricorda che nel 2005 il governo di Chaves ha firmato un contratto di 4,4 miliardi dollari per la fornitura di armamenti, dai caccia e elicotteri ai Kalashnikov. Per un paese che non è nello stato di guerra è un cifra molto grande. Oggi il governo di Maduro possiede 5 mila razzi contraeri, cioè l'arsenale più grande dell'America Latina.

    Gli esperti dicono che per la quantità di armi, non solo del governo ma anche i gruppi militari, cresce l'instabilità nella regione per colpa del commercio illegale delle armi, del narcotraffico e della pirateria.

    In più il regime di Maduro dipende completamente dall'esportazione del petrolio: nel 2016 il petrolio ha costituito il 98,6% di tutte le esportazioni del paese. Il monopolio delle risorse petrolifere è detenuto dalla compagnia statale PDVSA, attualmente al limite della bancarotta. Dal 2015 la produzione si è ridotta del 18,4% per il crollo del prezzo del petrolio, la corruzione e la politicizzazione di alcuni dipendenti della compagnia. La compagnia ha miliardi di debiti e gli esperti suppongono che non potrà pagarli.

    Dal 2006 la Russia ha già prestato a Caracas circa 17 miliardi dollari e la Cina 60 miliardi dollari. Il Venezuela deve restituirli con il suo petrolio, ma i prezzi sono caduti e il debito è quasi raddoppiato. Però, secondo l'autore dell'articolo, la strategia della Russia sta nell'ottenere l'accesso ai giacimenti in Venezuela.

    La Russia ha già ristrutturato tre volte il debito della compagnia venezuelana che era in ritardo con i pagamenti. Alla fine la PDVSA ha venduto a Rosneft una parte dei beni ed è in trattativa per la cessione di altri. Secondo l'autore, così Maduro "ha cambiato un cavallo orbo da un occhio con uno cieco completamente". "L'orso russo ha cominciato a dare la caccia alle risorse petrolifere venezuelane per i propri interessi geostrategici".

    Il fallimento di PDVSA e l'incapacità del Venezuela di pagare i debiti possono facilmente "spingere il paese tra le grinfie dell'orso russo", sottolinea la pubblicazione. Secondo l'autore, la Russia sosterrà fino alla fine il regime dittatoriale di Maduro, così come sta facendo con il regime siriano. Allo stesso tempo per dare alla dittatura una faccia nuova la Russia potrà sacrificare Maduro stesso rovesciandolo con qualche congiura di palazzo.

    In Venezuela già definiscono la Russia il partner più grande nel settore petrolifero. Ma per la Russia gli affari petroliferi sono legati strettamente con gli interessi geopolitici. Mosca già controlla PDVSA e tra poco potrà fare influenza sul governo. Secondo l'articolo, la Russia non ha mai avuto prima un tale vantaggio strategico nei paesi dell'America Latina. "La crescita dell'influenza russa nel cuore dell'America — ecco il rischio della crisi in Venezuela. È un colpo pesante agli interessi geostrategici degli USA in America Latina", conclude l'autore.

    Correlati:

    Venezuela, Maduro prepara la risposta alle sanzioni Usa ma cerca il dialogo con Trump
    Media spagnoli: il Venezuela otterrà dalla Russia pane, armi, sostegno
    Segretario di stato Vaticano: la Russia potrebbe aiutare a risolvere la crisi in Venezuela
    Tags:
    debiti, interessi, Strategia, crisi, Petrolio, Nicolas Maduro, Venezuela, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik