Widgets Magazine
22:02 20 Ottobre 2019
Carri armati della Turchia

La Turchia ha aumentato la sua presenza militare al confine meridionale con la Siria

© AP Photo / Lefteris Pitarakis
Mondo
URL abbreviato
1817
Seguici su

Questo sabato la Turchia ha inviato un convoglio di dieci camion, veicoli da combattimento e pezzi d'artiglieria nella provincia di Kilis, nel sud del paese, al confine con la Siria, scrive il quotidiano Hürriyet.

Per rafforzare le posizioni, le autorità hanno inviato nella provincia sei obici e quattro vettori blindati, osserva il giornale. All'inizio di agosto, le autorità hanno mandato un convoglio di camion con munizioni d'artiglieria al confine con la Siria.

Kilis si trova al confine con la regione siriana di Afrin, controllata dalle forze di autodifesa dei kurdi siriani.

Nel mese di luglio, il Ministro della difesa della Turchia Fikri Isik ha detto che Ankara non esclude un'operazione militare ad Afrin in caso di minaccia alla propria sicurezza nazionale che provoca la regione in quanto controllata dalle forze di auto-difesa dei curdi siriani.

La Turchia ritiene che il Partito di Unione Democratica e le forze di auto-difesa dei curdi siriani siano organizzazioni terroristiche legate al Partito dei lavoratori del Kurdistan, partito vietato in Turchia.

 

Correlati:

Berlino chiude le porte dell'Europa alla Turchia di Erdogan
La Russia ha trasferito in Turchia 17,5 miliardi di metri cubi di gas da inizio dell'anno
Kurdistan iracheno, la Turchia chiede di rinunciare al referendum
Tags:
Curdi, esercito, armamenti, Dispiegamento forze, Unità di protezione nazionale curde, Partito Curdo di Lavoratori, Il Ministero della Difesa, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik