Widgets Magazine
09:11 12 Novembre 2019
Mondo

Siria: distrutti ultimi due siti per la produzione di armi chimiche

Mondo
URL abbreviato
3100
Seguici su

In Siria sono stati distrutti gli ultimi due siti chimici, ha detto il capo delle truppe delle forze armate per la protezione dalle radiazioni, per la difesa chimica e biologica, il generale Igor Kirillov.

Uno dei passaggi dell'operazione di ONU e OPAC è la distruzione di 27 siti in cui si producono e si stipano armi chimiche, 25 dei quali sono stati neutralizzati in precedenza.

"Gli ultimi due obiettivi si trovavano sotto il controllo dei miliziani, dopo la loro ritirata ad agosto 2017 sono stati distrutti, sotto il controllo di specialisti delle truppe per la difesa dalle radiazioni, per la protezione chimica e biologica, in futuro, saranno mostrati agli esperti dell'organizzazione internazionale OPAC" ha detto Kirillov.

A settembre 2013, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione sulla distruzione delle armi chimiche in Siria. Nel 2014 il paese ha eliminato 1,2 mila tonnellate di sostanze chimiche. All'operazione hanno partecipato nove paesi, tra cui la Russia.

 

Correlati:

Russia chiede indagini su forniture di armi chimiche occidentali in Siria
Siria accusa USA e Regno Unito di aver inviato di armi chimiche ai terroristi
Giornale tedesco Die Welt accusa Assad di aver usato di recente armi chimiche
Siria, fonte: al-Nusra prepara provocazioni con armi chimiche
Tags:
Armi chimiche, Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche - OPAC, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik