05:07 23 Settembre 2018
NASA Mars Rover Curiosity

Nuove prove della presenza della vita su Marte

© NASA . JPL-Caltech
Mondo
URL abbreviato
266

Gli scienziati canadesi e americani hanno scoperto segni della possibile esistenza della vita in passato su Marte. Lo studio corrispondente è stato pubblicato nel Journal of Geophysical Research: Planets, riportato brevemente dalla American Geophysical Society.

Le prove dell'esistenza della vita sul pianeta rosso sono testimoniate dalla presenza su Marte di zinco e germanio. Questi elementi chimici, scoperti da Curosity indicano di una grande attività idrotermale esistita in passato sul pianeta.

La concentrazione di zinco e germanio in rocce sedimentarie vicino al cratere di Gale sono dieci o cento volte superiori a quelle del resto della superficie marziana.

Fonti idrotermali estreme sulla Terra, ricche di zinco e germanio, servono come habitat per organismi primitivi. Probabilmente, secondo gli autori, simili creature avrebbero potuto vivere sul pianeta rosso nel passato, ed è possibile che verranno trovate le loro tracce.

Si stima che il cratere di Gale (in diametro — più di 150 chilometri) abbia 3,5 miliardi di anni. Sul suo fondo ci sono molte rocce sedimentarie erose. Nell'antichità, le parti più profonde del cratere erano piene di acqua. Al suo centro si erge il Monte Sharp (Eolide), alto circa 5,5 chilometri.

Il rover Curiosiy della NASA è stato mandato sul pianeta rosso il 26 novembre 2011. L'atterraggio su Marte ha avuto luogo il 6 agosto 2012 nell'area del cratere Gale. Questo è il terzo rover lanciato dalla NASA come parte del programma Mars Science Laboratory.

Correlati:

EXO Mars, l'Europa si avvicina a Marte
NASA segnala difficoltà nella società SpaceX per programma su Marte
Astronomi trovano ghiaccio all’equatore di Marte
Cina: costruisce prima “città marziana” per addestramento per missione su Marte del 2040
La Russia continuerà la ricerca su Marte insieme con l'Europa
Tags:
Esplorazione, vita, Marte, esplorazione, Esplorazione dello spazio, NASA, Marte
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik