12:19 23 Novembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca-3°C
    Paramilitari del battaglione ucraino Azov nel Donbass

    Repubblica di Lugansk: i soldati ucraini pagano per non andare in prima linea

    © AFP 2017/ Genya Savilov
    Mondo
    URL abbreviato
    8366319

    Il rappresentante ufficiale della milizia popolare di Lugansk, Andrey Marochko ha dichiarato che i soldati ucraini sono obbligati a pagare per non essere mandati in prima linea in Donbass.

    "Gli agenti della polizia nazionale dell'Ucraina hanno arrestato il comandante della compagnia di una delle unità militari nella regione di Lugansk, il quale chiedeva ai militari denaro con la minaccia di inviarli in prima linea" ha detto Marochko ad un briefing.

    Ha specificato che il pregiudicato inoltre chiedeva soldi ai sottoposti per dare loro giorni liberi.

    "Nel caso essi avessero rifiutato di pagare, lui li avrebbe mandati al fronte. Le forze dell'ordine hanno rilevato estorsioni e tangenti per un totale di oltre 2400 dollari" ha detto Marochko.

    Correlati:

    Consigliere Poroshenko: gli interessi dell'Ucraina e USA potrebbero non corrispondere
    Ucraina: inizia costruzione gasdotto bypassando il Donbass
    Filorussi di Donetsk accusano: Kiev prepara ripresa operazioni militari nel Donbass
    Croce rossa: quanti civili sono morti in Donbass da inizio anno
    Tags:
    corruzione, corruzione, corruzione, Polizia, Donbass, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik