Widgets Magazine
18:35 19 Settembre 2019
In Italia la crescita ricomincia ad intravedersi, seppur in misura minore che nel resto d'Europa.

Bloomberg: Giappone e UE nuove locomotive dell’economia mondiale

© Sputnik . Mihail Kutuzov
Mondo
URL abbreviato
940
Seguici su

Il recupero dell’economia mondiale accellera grazie all’Europa e al Giappone, i quali in passato erano responsabili di aver rallentato la crescita del PIL globale, riporta l’agenzia Bloomberg.

La crescita del PIL nel secondo trimestre del 2017 è stata pari a più del 4%, mostrando il valore massimo degli ultimi 2,5 anni.

Gli esperti di macroeconomia prevedono una crescita del 3,4% nel 2017 e del 3,5% nel 2018, sostenendo che il Giappone e l'eurozona hanno contribuito più di tutti alla crescita.

Inoltre si osserva che l'economia europea nel 2017 è cresciuta del 2,2% contro l'1,6% nello stesso periodo del 2016. L'economia tedesca da sola contribuisce dall'1,8% al 2,1% alla crescita.

La Spagna dimostra i migliori indicatori degli ultimi due anni, mentre l'Italia, considerata uno dei paesi ritardatari, mostra il miglior risultato dal 2010.

In Giappone la crescita del Pil è stata del 4% in un anno contro l'1,7% del 2016. Questo ha permesso al paese di occupare il primo posto nella classifica dei paesi del G7 per i tempi di crescita economica per il trimestre su base annua.

Correlati:

OCSE su Pil italiano: quest'anno su, frenata nel 2016
Il Pil del migranti salva l'Europa, e la Merkel
Bloomberg: le sanzioni USA potrebbero fare saltare partership Giappone Rosneft
L’Eurozona è condannata, non importa cosa facciano Francia e Germania
Olanda: deputato chiede a Draghi restituzione di 100 mlrd euro in caso uscita da eurozona
Tags:
Economia, crescita, Economia, crescita, Eurozona, Giappone, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik