13:28 12 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
230
Seguici su

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha dichiarato che il paese abbandonerà il Piano d’azione globale congiunto se gli Stati Uniti continueranno a non rispettarlo imponendo sanzioni.

Quanto è reale la minaccia del ritiro dell'Iran da questo accordo? Quali sono le conseguenze della rottura dell'accordo nucleare? Risponde alle domande, Emad Abshenas, esperto permanente di Sputnik, politologo e esperto sul Medio Oriente, direttore principale del giornale "Iran Press".

"È molto improbabile che l'Iran si ritirerà dal Piano globale d'azione. Tuttavia, ai sensi del presente accordo, in caso di violazione di di una delle parti, l'Iran ha il diritto di interrompere l'accordo. Rouhani parla di questo. L'Iran ha inviato una notifica agli Stati Uniti e finché essa non verrà esaminata l'Iran non si ritirerà dagli accordi.

La ragione è che gli Stati Uniti non rispettano i termini dell'accordo, imponendo sanzioni contro l'Iran. L'Iran sapeva in anticipo che gli Stati Uniti non avrebbero rispettato questo accordo, come molti altri trattati con paesi diversi. Ad esempio la situazione con la Corea del Nord o la Libia, dimostra che gli americani non si considerano obbligati a rispettare gli accordi. La firma dell'Iran degli accordi non significa affatto che abbiano gettato la loro ricerca e studi nel settore nucleare. L'obiettivo degli americani è quello di non permettere all'Iran di godere delle conquiste della civiltà, anche nel campo nucleare. Gli Stati Uniti vogliono privarci dalle tecnologie atomiche e nano-tecnologiche e di altri risultati della scienza moderna con le loro sanzioni. Vogliamo sviluppare nuove tecnologie e andare nello spazio.

Non abbiamo bisogno di armi nucleari. Il programma nucleare è stato una merce di scambio per trattare con l'Occidente. L'Iran ha partecipato ai negoziati sul programma nucleare solo per liberarsi delle sanzioni. Pertanto, non accetta delle vecchie sanzioni con un nuovo nome.
L'Iran non collaborerà con Trump e la sua amministrazione e non strapperà il trattato. Inoltre, l'Iran non permetterà che gli altri violano l'accordo mentre esso lo rispetta. L'Iran si è espresso sulla questione, e ora attende risposta dai suoi omologhi firmatari dell'accordo: rispetteranno il Piano globale d'azione congiunto o sosterranno le rivendicazioni degli USA".

La dichiarazione del presidente iraniano è stata commentata da Rahman Hariri, esperto di studi regionali presso l'Università di Teheran:

"L'accordo sul nucleare è uno dei maggiori risultati del governo Rouhani. L'affermazione del presidente iraniano di lasciare l'accordo è prova di pressione da parte degli americani e di alcuni cerchi all'interno del paese. Dato il riconoscimento degli esperti internazionali del successo dell'accordo sul nucleare, nonché del malcontento del governo di Trump e del regime israeliano, Rouhani non ha intenzione di lasciare l'accordo. Ma se gli Stati Uniti intendono inasprire le sanzioni, la Repubblica Islamica prenderà in considerazione la rinuncia all'accordo.

L'Iran invita tutte le parti dell'accordo al rispetto dell'accordo. La minaccia del ritiro iraniano è un messaggio a Trump: se le sanzioni saranno più dure, l'Iran avrà diverse opzioni, tra cui il ritiro dagli accordi e il ritorno alla situazione precedente ad esso.

L'uscita dell'Iran dall'accordo sul nucleare di fronte del deterioramento della situazione nella penisola coreana, così come la possibilità di scontro tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord, delle crescenti tensioni tra la Russia e gli Stati Uniti, dell'aumento dei prezzi mondiali del petrolio e l'oro e della crisi in Medio Oriente, potrebbe portare instabilità nel mondo e nella regione".

Correlati:

Russia, Lavrov: sanzioni USA contro l'Iran sono “irresponsabili”
Russia potrebbe chiedere convocazione gruppo P5+1 per risolvere situazione dell'Iran
Iran minaccia di abbandonare accordo su programma nucleare
Iran potrebbe produrre missile a medio raggio
Russia, Klintsevich: le sanzioni USA contro l’Iran possono aumentare la tensione
Tags:
Accordo con Iran, Sanzioni Iran, accordo nucleare, Accordo con Iran, Il gruppo 5+1, Hassan Rouhani, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook