03:42 01 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
822
Seguici su

La riunificazione della Corea costerebbe $10 trilioni ritiene Leonid Petrov esperto della Corea del Nord, professore invitato presso il College of Asia and Pacific Region presso l'Australian National University.

In una intervista con Radio Sputnik ha dichiarato che:

"Finora questo è un dato approssimativo. La Germania orientale era conosciuta come uno dei paesi più ricchi del blocco comunista, mentre la Corea del Nord era il paese più povero dell'ex blocco comunista. La Corea del Nord è ancora molto diversa in termini di sviluppo economico e sociale dalla Corea del Sud.

I calcoli sono basati su quanto sia costata la riunificazione della Germania dell'Est alla Germania Occidentale. Ci sono voluti circa due trilioni di euro per due decenni. Se la riunificazione tra Nord e Sud sarà pacifica, allora è molto probabile che verrebbero spesi tre trilioni di dollari solo per portare il livello di benessere nel nord a quello del sud. Naturalmente, questo peserebbe sulle spalle dei contribuenti sudcoreani. La popolazione della Corea del Nord è pari alla metà della popolazione della Corea del Sud. Il livello di istruzione e formazione nel Nord è molto inferiore a quello del Sud.

La maggior parte degli investimenti andrebbero nelle infrastrutture. Le infrastrutture nordcoreane sono in condizioni scadenti. Ora sta migliorando leggermente. Si può supporre che più tardi avverrà la riunificazione e minore sarà il costo. Perché la Corea del Nord sta crescendo, nonostante le sanzioni e l'isolamento, sia interno che esterno. La Corea del Nord sta tentando di recuperare dopo un grave deficit di energia elettrica e carburante negli anni '90, che continua fino ad oggi. L'economia della Corea del Nord equivale ancora ad un ventesimo dell'economia della Corea del Sud".

Quanto sarebbe difficile una riunificazione?

Dieci anni fa, quando la Corea del Nord e la Corea del Sud iniziarono a cooperare nell'ambito della politica "Calore Solare", espressero preoccupazioni per il futuro della nazione coreana. Il Nord e il Sud avevano progetti vitali e commerciali. Due presidenti sudcoreani hanno condotto visite ai leader nordcoreani di Pyongyang. Hanno discusso lo sviluppo delle strutture portuali della penisola coreana, ferrovie, strade, e anche la possibilità di estendere le linee elettriche della Russia e della ferrovie cinesi e della Transiberiana alla penisola coreana.

Purtroppo questo progetto politico e dialogo vide la sua fine nel 2008. Da allora vediamo grande freddezza nelle relazioni tra le due coree, le relazioni commerciali sono terminate, le zone di cooperazione sono state chiuse, le famiglie, divise dalla guerra di Corea, hanno di nuovo perso la possibilità di incontrarsi, e persino di comunicare per telefono e corrispondenza. La nazione è assolutamente isolata. Questo avviene già da settantanni, al punto che i due paesi sono oramai due nazioni differenti.

Ecco perché un tale aspetto della riunificazione sarebbe molto difficile: l'istruzione per i nordcoreani, la preparazione della Corea del Sud ad una società della riunificazione dei fratelli lontani, sarebbe molto difficile e costosa. Credo che la Corea del Sud ha bisogno dovrebbe pensarci due volte prima di una riunificazione. Hanno davvero bisogno di un solo governo nella penisola?

"Il governo nordcoreano sta ora cercando di affidarsi alle proprie forze militari, alle sue armi nucleari e ai sistemi missilistici. Questo fa dubitare la Cina delle sue azioni in caso di un attacco contro Pyongyang. Se la Corea del Nord dovesse provocare un attacco, o un attacco preventivo da parte degli Stati Uniti sugli impianti in Corea del Nord, la Cina potrebbe non intervenire. E questo rende la Corea del Nord ancora più nervosa. Corea del Sud e Stati Uniti conducono esercitazioni militari a sud della zona demilitarizzata due volte all'anno, a marzo e agosto. Alle esercitazioni partecipano centinaia di migliaia di missili militari, armi nucleari, bombardieri… la Corea del Nord deve pensare alla propria sopravvivenza".

"Non credo che la Corea del Nord voglia vedere un armageddon nella penisola coreana. Credo che la diplomazia possa prevalere. Le notizie che l'amministrazione statunitense continua a "riservarsi" i negoziati con il governo nordcoreano ci dà qualche speranza che la guerra non sia inevitabile".

Correlati:

USA e Corea del Nord cercano intermediario nella Russia
Financial Times: Nord Corea più vicina a Russia dopo raffreddamento rapporti con Cina
Corea del Nord, Cina: segnali di allentamento tensione, ma crisi ancora non è risolta
In Sud Corea spunta richiesta per dislocare armi nucleari strategiche USA
Tags:
Politica Internazionale, riunione, Situazione della penisola coreana, Sputnik, Penisola coreana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook