18:33 18 Ottobre 2017
Roma+ 20°C
Mosca+ 12°C
    La scienza, soprattutto cosmonautica, ha estremo bisogno della cooperazione internazionale

    Forbes: la grande scienza salva il mondo del caos politico

    NASA
    Mondo
    URL abbreviato
    658912

    La realizzazione dei grandi progetti scientifici non solo porta risultati pratici ma indirettamente aiuta anche la stabilità politica nel mondo. Lo scrive nel suo articolo per Forbes l’astrofisico Brian Koberlein.

    Negli anni della guerra fredda la cooperazione fra USA e URSS nell'esplorazione dello spazio tratteneva la crescita della tensione nei rapporti e lasciava l'opportunità di cambiare corso politico. La grande scienza porta "grande profitto", ha sottolineato l'esperto.

    La gente è abituata a pensare che le ricerche scientifiche devono avere solo un risultato pratico: il cellulare migliorato, il frumento resistente alla siccità o la macchina con autopilota, scrive Brian Koberlein. "Lo scopo delle ricerche delle nuvole di gas nei sistemi solari lontani non è per migliorare il cellulare, ma per capire più profondamente lo spazio", spiega l'esperto. "E questo in modi diversi indirettamente fa influenza su di voi, per esempio aiutando la stabilità nel mondo".

    La corsa allo spazio è iniziata negli anni della guerra fredda con l'opposizione delle due grandi potenze. Dopo che nell'URSS hanno lanciato la prima persona nello spazio gli americani hanno mandato 12 persone sulla Luna. E nonostante i rapporti fra i paesi restavano tesi, tutti capivano che la cooperazione nell'esplorazione dello spazio è vantaggiosa per entrambe le parti. Nel 1975 l'URSS e gli USA sono riusciti a realizzare l'aggancio delle due navi spaziali. E la cooperazione continua fino al giorno d'oggi. Sulla stazione spaziale internazionale lavorano gli esperti di tutto il mondo.

    "Ma perché i due paesi, con le loro posizioni diametralmente opposte, cooperano nella realizzazione di progetti scientifici costosi?" si chiede l'autore. Uno dei motivi principali è che questo lascia l'opportunità di cambiare il corso politico. Gli USA e l'URSS restavano nemici ma non c'era isolamento politico, spiega Koberlein. Grazie ai programmi spaziali i paesi hanno trovato un modo per cooperare che probabilmente è servito da fattore di contenimento per la crescita della tensione.

    L'esperto sottolinea che tutti i grandi progetti scientifici grandi in un modo o nell'altro influenzano la politica. Realizzandoli non solo riceviamo le conoscenze scientifiche ma impariamo anche a cooperare a livello politico ed economico. "E questo porta un grande profitto", conclude Koberlein.

    Correlati:

    Russia, Klintsevich: le sanzioni USA contro l’Iran possono aumentare la tensione
    Fox News: Russia e Iran hanno stanno costringendo gli USA ad abbandonare l’Afghanistan
    Ue-Usa, Ankara: sanzioni contro la Russia danneggiano nostra economia
    Tags:
    ricerca scientifica, Opinione, scienza, Cooperazione, USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik