12:04 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    Il recente test missilistico della Corea del Nord

    L'Australia ha promesso di schierarsi con gli USA in caso di attacco della Corea del Nord

    © Sputnik.
    Mondo
    URL abbreviato
    12231428

    Il primo ministro australiano Malcolm Turnbull ha promesso di sostenere gli Stati Uniti in caso di attacco da parte della Corea del Nord.

    Lo ha dichiarato in diretta alla radio 3AW693.

    "Se la Corea del Nord attacca gli Stati Uniti, l'Australia aiuterà gli USA, proprio come se fosse attaccata l'Australia, loro accorerebbero in nostro aiuto" ha dichiarato Turnbull, aggiungendo che Washington non ha un alleato più leale di Canberra.

    Il 10 agosto il presidente Donald Trump ha detto che Pyongyang deve essere "molto, molto nervosa", se anche solo dovesse pensare di attaccare gli Stati Uniti o i loro alleati. "La Corea del Nord deve farsi coraggio o la attendono questi problemi, avrà tutti questi paesi di fronte che la colpiranno" ha detto Trump, sottolineando che la sua promessa di rispondere Pyongyang "con fuoco e furia" forse non è stata abbastanza dura.

    Due giorni fa la Corea del Nord ha annunciato la preparazione di un attacco missilistico alla base aeronautica americana sull'isola di Guam, nell'Oceano Pacifico. In caso di ordine del leader Kim Jong-un, il missile balistico a medio raggio Khvason12, sperimentato per la prima volta il 14 maggio, verrà lanciato.

    Correlati:

    Foreign Policy: “il gioco è finito, la Corea del Nord ha vinto”
    Corea del Nord, ambasciatore russo Nebenzya: Spero Usa non provochino Pyongyang
    "Fuoco e furia": i media occidentali discutono di possibile guerra con la Corea del Nord
    Tags:
    missile balistico, Missili, Kim Jong-un, Donald Trump, Australia, USA, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik