14:07 18 Agosto 2018
Il ponte di Kerch

Kiev si lamenta per isolamento marittimo

© Sputnik . Sergey Malgavko
Mondo
URL abbreviato
10117

La Russia condannerà l’Ucraina all’isolamento marittimo a causa della costruzione del ponte sullo stretto di Kerch. Lo ha dichiarato il vice ministro per l’immigrazione Georgy Tuka.

Il 4 agosto il Ministro della giustizia ucraino Pavel Petrenko ha dichiarato che Mosca non riuscirà a terminare il ponte da sola e che le compagnie straniere non coopereranno con le autorità russe a causa delle sanzioni. Il 1 agosto il Ministro delle infrastrutture dell'Ucraina Yuri Lavrenyuk ha dichiarato che Kiev farà una denuncia contro Mosca in relazione alla restrizione della navigazione nello Stretto di Kerch a causa della costruzione del ponte.

La costruzione del ponte sullo stretto di Kerch il quale unirà la Crimea con la penisola di Taman è iniziata nel 2016. Il ponte è lungo 19km e dalla seconda metà di agosto 2017 verranno installati gli archi. Il ponte dovrebbe essere aperto a dicembre 2018. Il costo del progetto è di 227 miliardi di rubli.

Ad ottobre 2016 è stato comunicato che Kiev pianifica di denunciare Mosca per "appropriazione indebita di risorse marine, per inquinamento e impatto negativo sull'ambiente del mar Nero, tra le cui cause la costruzione del ponte di Kerch". La Crimea è entrata a far parte della Russia dopo i risultati del referendum tenutisi a marzo 2014.

Correlati:

Kiev prepara azione legale contro Mosca per perdite derivanti da lavori al ponte di Crimea
Blackout in Crimea per guasto sul ponte energetico dalla Russia
Il ponte di Kerch, destino della Crimea
Il prossimo autunno sarà possibile attraversare il ponte verso la Crimea
Tags:
Crimea, ponte, Denuncia, Governo Ucraina, Pavel Petrenko, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik