02:56 15 Dicembre 2018
Dopo gli bombardamenti a Sana'a, la capitale dello Yemen

Gli yemeniti non vengono uccisi dal colera ma dall’assedio dell’informazione

© REUTERS / Khaled Abdullah
Mondo
URL abbreviato
140

La mancanza di propri corrispondenti in Yemen non consente a molti media mondiali di coprire prontamente la crisi dello Yemen. La catastrofe umanitaria in corso nel paese viene taciuta.

Mohammad Khodadi, direttore principale dell'agenzia d'informazione iraniana IRNA in una intervista con Sputnik ha detto che l'accesso alle informazioni in Yemen è molto limitato e che non è possibile inviare un corrispondente nel paese:

"La crisi dello Yemen è una crisi globale scioccante. Siamo tornati nel medioevo. Lo Yemen si è ritrovato in un blocco che non fa arrivare né informazioni né farmaci, contrariamente a tutte le norme e leggi internazionali. Se potessero toglierli l'ossigeno lo farebbero. Non hanno dato nemmeno il permesso ad un aereo delle Nazioni Unite con medicinali di atterrare. Tutti i paesi occidentali gridano per il diritto alla libertà e per la tutela dei diritti umani. Come possono guardare come un popolo viene sepoloto vivo nella propria tomba? Le potenze mondiali hanno privato il popolo yemenita di tutto, anche del diritto alla vita. E questi sono i paesi sviluppati del XXI secolo, che scrivono leggi sulla protezione degli animali. Ma nessuna legge li ferma nello sterminare la gente che combatte il colera.

Non siamo stati in grado di aprire un punto di appoggio in Yemen. Usiamo informazioni che giungono dalle persone semplici che le inviano con all'estero con mezzi di fortuna. Ma non possiamo inviare un corrispondente. Non c'è elettricità né connessione. Dunque i nostri contatti con lo Yemen sono limitati o assenti, ma nonostante tali difficoltà, proviamo comunque a riportare la verità e le condizioni del popolo yemenita".

Hassan Hanizade, politologo iraniano, esperto delle questioni del Medio Oriente, ed ex capo-redattore di Mehr News ha dichiarato a Sputnik:

"L'Iran non ha attività di informazione in Yemen, perché lo Yemen è assediato da ogni lato dall'Arabia Saudita. L'Iran ha cercato diverse volte di fornire cibo e assistenza medica alle persone, circondate dall'Arabia Saudita. Questo paese attacca costantemente lo Yemen. L'Iran ha anche cercato di fornire assistenza umanitaria e medica a Yemen attraverso l'Organizzazione della Mezzaluna Rossa, ma l'Arabia Saudita lo ha impedito.

L'Iran non ha alcuna connessione con i media yemeniti, e non ha i propri punti di appoggio in questo paese. L'agenzia di notizie "Mehr" ha cercato di accreditare il suo corrispondente in Yemen, ma non è riuscita. C'è solo un corrispondente dell'IRIB (Televisione statale iraniana e società di radiodiffusione) che a volte riesce a trasmettere un messaggio sulla vita difficile delle persone ordinarie in questo paese.

 

 

Correlati:

Aereo protezione civile evacua più di 60 i russi e cittadini della CSI da Yemen
Yemen, UNICEF: situazione critica per epidemia di colera
Il personale dell'ambasciata dello Yemen ha 48 ore per lasciare Doha
Yemen, è emergenza colera: registrati oltre 124 mila casi
Tags:
assedio, Blocco economico, Guerra in Yemen, Bombardamenti in Yemen, Yemen, media, Yemen
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik