22:55 22 Novembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca-2°C
    Combattenti del Daesh a Palmira

    Media: terrorista prigioniero di guerra svela preparazione di attentati in Europa

    © REUTERS/
    Mondo
    URL abbreviato
    391714

    Un guerrigliero prigioniero delle milizie curde ha svelato di una cellula segreta dello Stato Islamico in Siria che organizza attentati in Europa, comunica il Times.

    Come scrive la testata, la cellula segreta si chiama "Al-Kharsa". Ad essa si rivolgono dei cittadini europei che vengono addestrati in un campo segreto in Siria per poi essere rinviati indietro. Nell'addestramento i futuri terroristi imparano ad assemblare ordigni e vengono ideologicamente plagiati.

    "L'addestramento nella brigata "Al-Kharsa" dura 7 mesi. È molto difficile. A ogni europeo che passa per il confine siriano viene proposto di andare li. Se 20 persone iniziano l'addestramento viene finito solo da 5. Dopo di che questi tornano in Europa e organizzano degli attentati" scrive la testata citando il prigioniero.

    All'interno della cellula esiste anche un centro speciale per il lavoro con i potenziali terroristi nella stessa Europa.

    "A volte gli stranieri arrivano in Siria e si addestrano per missioni speciali. Dopo essi stessi organizzano degli attentati. Altri sono cellule dormienti in Europa che vogliono aderire allo Stato Islamico, ma non possono. Rimangono nei loro paesi e contattano Daesh… Quando sono pronti, organizzano attentati" ha detto il prigioniero.

    Come scrive la testata in due anni e mezzo tra le file dei terroristi ci sono state circa 50 persone provenienti da Germania, Francia, Belgio e Regno Unito i quali hanno terminato con successo l'addestramento.

    Secondo il prigioniero nonostante le grandi perdite dei terroristi in Siria la cellula segreta continua ad agire. Proprio questa ha addestrato gli attentatori di Parigi e Bruxelles e continua ad organizzare altri atti terroristici. "Gli attentati di Parigi e Bruxelles sono stati eseguiti da terroristi addestratisi in Siria… Essi organizzano ulteriori attentati perché la coalizione li sta attaccando. Vogliono organizzare attentati anche in Libano" ha concluso il prigioniero.

    Correlati:

    Siria, l’opposizione liberale pensa che la Russia sia l'unica soluzione al conflitto
    Ottenuta lista con nomi di 173 potenziali terroristi Daesh
    Cecena scomparsa ritrovata tra le file di Daesh
    Morto giornalista RT in Siria a causa di razzo lanciato da Daesh
    Tags:
    ISIS, Terrorismo, Conflitto in Siria, Conflitto in Siria, Coalizione internazionale anti-Daesh, Coalizione anti-Daesh, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik