22:58 20 Settembre 2018
Mondo

Twitter non parteciperà al progetto di sorveglianza sulla propaganda russa

Mondo
URL abbreviato
371

Twitter non parteciperà al nuovo progetto del German Marshall Fund (GMF) parzialmente finanziato dal governo americano nell'ambito di quale si pianifica di seguire il contenuto di 600 account sospettati di diffondere propaganda russa. Lo ha dichiarato a RIA Novosti il rappresentante del social network Ian Plunkett.

È stato comunicato in precedenza che l'ONG "Alleanza per la protezione della democrazia", che funziona con il sostegno del GMF, ha lanciato il sito che dovrà sorvegliare la propaganda russa, in particolare i media russi, incluso il canale TV Russia Today e l'agenzia Sputnik. Sul sito si dice che il sistema controlla il contenuto dei "600 account in Twitter che hanno legami con le operazioni dell'influenza da parte della Russia". Per esempio, sulla pagina sono pubblicati i messaggi degli account di RT, Sputnik e l'account ufficiale del Ministero degli affari esteri russo in inglese.

"Twitter non è coinvolto nel progetto", ha dichiarato Plunkett notando che non può dare ulteriori informazioni.

Ultimamente in Occidente si parla frequentemente di guerra dell'informazione con i media russi. Nel novembre dell'anno scorso il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione in cui si parla della necessità di contrasto dei media russi. Tra le minacce più grandi sono stati inseriti Sputnik e RT.

Correlati:

Tillerson si rifiuta di spendere fondi stanziati da Congresso contro “propaganda russa”
Washington Post esorta Trump a reagire alla propaganda russa negli Stati Uniti
Lituania, produttore di gelato accusato di propaganda sovietica
Tags:
Progetto, Sorveglianza, Media, propaganda, Twitter, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik