01:54 21 Febbraio 2018
Roma+ 6°C
Mosca-10°C
    Mosul, Iraq

    Iraq, media: trovati 48 bambini russi a Mosul

    © REUTERS/ Alkis Konstantinidis/File photo
    Mondo
    URL abbreviato
    2150

    A Mosul, in Iraq, sono stati trovati 48 bambini russi ivi portati clandestinamente dai genitori che si erano uniti al sedicente Stato islamico. Lo riporta il canale televisivo russo RT.

    La rappresentante presidenziale russa per i diritti dei bambini Anna Kuznetsova si occuperà dell'assistenza di 48 bambini russi, illegalmente illegalmente introdotti in Iraq, sottoponendoli a riabilitazione e trovandogli un nuova famiglia. La Kuznetsova fornirà supporto legale ai minori e li collocherà in centri di riabilitazione speciali in cui i bambini possono ricevere un'adeguata assistenza medica e psicologica prima del loro trasferimento presso parenti o tutori.

    Attualmente i bambini sono ospitati in diversi orfanotrofi. Il ministero degli Esteri russo, in collaborazione le autorità giordane ed irachene, sta organizzando il rimpatrio di questi bambini. L'evacuazione dovrebbe svolgersi in due fasi: da Mosul i bambini saranno trasferiti in Giordania e da qui faranno ritorno in Russia.

    In precedenza il presidente della Repubblica Cecena Ramzan Kadyrov, attraverso Instagram, ha riferito che Bilal Tahirov — rapito dal padre e condotto in Siria — sarà presto restituito alla madre.

    Correlati:

    Corrispondente di Sputnik a Mosul finisce sotto il fuoco di un cecchino
    Mosul: trovata una cittadina tedesca, sposa di un miliziano ceceno
    Secondo i curdi “oltre 40mila vittime tra i civili” durante operazione a Mosul contro ISIS
    Tags:
    rimpatrio, rapimento, bambini, Media, ISIS, Mosul, Iraq, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik