Widgets Magazine
15:21 23 Ottobre 2019
Ambasciata USA a Mosca

Sindacati russi difenderanno connazionali licenziati dalle missioni diplomatiche USA

© REUTERS / Tatyana Makeyeva
Mondo
URL abbreviato
20111
Seguici su

I sindacati difenderanno i diritti dei lavoratori russi licenziati dalle missioni diplomatiche statunitensi, ha dichiarato a RIA Novosti il segretario della Federazione dei Sindacati indipendenti della Russia (FNPR) Mikhail Shmakov.

Ha osservato che nel caso di violazioni potranno essere intentate cause e richieste di compensazioni all'indirizzo degli americani, in qualità di datori di lavoro.

"Se i lavoratori sono iscritti al sindacato, naturalmente analizzeremo se non ci siano state violazioni della legge nel loro licenziamento, affinchè i dipendenti vengano risarciti per la cessazione del rapporto lavorativo secondo i termini della legge", — ha dichiarato il segretario del FNPR.

"Tutto sarà fatto secondo la legge, se necessario, nei riguardi degli americani, in qualità di datori di lavoro, saranno presentate rivendicazioni legali e finanziari per le violazioni delle leggi e il mancato pagamento di un adeguato trattamento di fine rapporto, questo nel caso i lavoratori siano iscritti al sindacato, se non sono membri difendersi è un loro diritto che potranno esercitare," — ha chiarito Shmakov.

In precedenza il presidente russo Vladimir Putin aveva dichiarato che il numero di lavoratori nelle missioni diplomatiche statunitensi in Russia dovrà essere di 455, lo stesso numero dei collaboratori presso i consolati e le ambasciate russe in America. Secondo il capo di Stato, più di mille tra tecnici e diplomatici lavorano nelle missioni diplomatiche americane in Russia, pertanto devono essere tagliati 755 posti.

Correlati:

Usa-Russia, Putin manda via 755 diplomatici americani
Sanzioni Usa alla Russia, Putin: La nostra pazienza ha un limite
Putin si rammarica per crisi USA-Russia
Russia, Putin: Sanzioni Usa tentativo di usare vantaggi geopolitici nella competizione
Tags:
Società, Lavoro, Ambasciata, Consolato, Sindacati, Vladimir Putin, Mikhail Shmakov, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik