05:13 18 Luglio 2018
Venere

Venere non era così semplice come sembrava

© NASA .
Mondo
URL abbreviato
134

Gli astronomi hanno fatto luce sul lato oscuro, finora inesplorato, di Venere.

I ricercatori di diverse istituzioni scientifiche, di diversi paesi, che hanno partecipato a questo progetto internazionale, hanno individuato segni di movimento permanente rallentato a onde nel cielo notturno del pianeta solido, il secondo in ordine di distanza dal sole. 

Venere è spesso citata come una gemella della Terra, perché entrambi i pianeti hanno quasi la stessa dimensione, superficie, composizione. Inoltre, entrambi hanno un'atmosfera con condizioni meteorologiche di sistemi complessi.

Ma le somiglianze finiscono qui: Venere è conosciuta come uno dei più ostili pianeti del nostro Sistema Solare. La sua atmosfera è composta da anidride carbonica per il 96,5%, con temperature costanti di circa 500 gradi Celsius. Venere è un pianeta a rotazione lenta, che compie una rotazione completa in 243 giorni.

Gli scienziati credevano che l'atmosfera di Venere avesse lo stesso ritmo, ma al pianeta, hanno rivelato i risultati delle ricerche, sono necessari solo quattro giorni. Questo fenomeno è noto come super rotazione. Esso provoca notevole turbolenza nell'atmosfera del pianeta. Gli scienziati non hanno ancora completamente capito l'origine di questo strano fenomeno e stanno attivamente lavorando per capire il suo meccanismo d'azione.

La ricerca è guidata dall'Agenzia Spaziale Giapponese, la JAXA. Tra gli altri partecipanti al progetto ci sono gli esperti delle agenzie spaziali e istituzioni di astrofisica provenienti da Spagna, Italia e Germania. Il gruppo di ricerca ha analizzato i dati raccolti dalla nave spaziale Venus Express per esplorare i componenti complessi dell'atmosfera di Venere, compreso il calore relativo dei campioni orizzontali e verticali delle onde.

Correlati:

Climatologi smentiscono profezia di Hawking: la Terrà non diventerà Venere
Spazio, sviluppi nello studio dell’atmosfera di Venere
Daily Mail: Russia e NASA insieme per studiare Venere
Tags:
pianeta, Scoperta nuovo pianeta, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik