Widgets Magazine
19:42 18 Settembre 2019
Cassini, Titan, & Saturn

Sonda “Cassini” incontra anomalia inspiegabile nel campo magnetico di Saturno

© flickr.com/ Kevin Gill
Mondo
URL abbreviato
170
Seguici su

L’asse magnetico di Saturno ha dimostrato di essere inspiegabilmente sincronizzato con l'asse di rotazione del pianeta gigante, non permettendo alla sonda "Cassini" di misurare con precisione la lunghezza del giorno sul "signore degli anelli", riferisce il Jet Propulsion Laboratory della NASA.

"L'inclinazione del campo magnetico di Saturno è risultato essere inspiegabilmente minore rispetto alle nostre aspettattive, il che lo rende difficile da spiegare. Per questo motivo non siamo riusciti a calcolare la durata del giorno sul pianeta, ma continueremo a lavorare su questo e troveremo altri metodi per condurre le misurazioni" ha detto Michele Dougherty dall'Imperial College di Londra.

Dougherty ha detto che gli scienziati ancora adesso non sanno quale sia il tempo di rotazione intorno al proprio asse di Saturno. L'assenza di grandi macchie, come su Giove, o di notevoli tratti di rilievo o di superficie, non permette agli astronomi di calcolare la velocità di rotazione con metodi classici.

I primi dati sulla velocità di rotazioni furono ottenuti nei lontani anni 80 quanto la sonda "Voyager-2" visitò Saturno. Secondo i suoi rilevamenti le giornate di Saturno consistevano di 10 ore, 39 minuti e 22 secondi. La cifra era considerata corretta fino all'arrivo della sonda "Cassini" la quale ha misurato le fluttuazioni del campo magnetico di Saturno giungendo alla conclusione che per ogni rotazione ci mette 8 minuti in più.

Dalla fine di aprile di quest'anno, la "Cassini" si sta avvicinando periodicamente a Saturno, sorvolando il pianeta alla distanza minima nell'ultima fase della missione, che ha ricevuto il nome di "Final Opera". Questo avvicinamento avrebbe dovuto aiutare gli scienziati ad ottenere dati più precisi sulle fluttuazioni del campo magnetico di Saturno e di misurare con maggiore precisione la lunghezza del giorno.

Queste aspettative sono state inconcludenti. Come hanno dimostrato le nuove misurazioni, l'asse magnetico di Saturno coincide perfettamente con il suo asse di rotazione, o è respinto da esso per un valore minore di 0,06 gradi: valore ottenuto dalla "Cassini" durante le precedenti fasi del suo volo nell'orbita del "signore degli anelli".

Di conseguenza ora gli scienziati non solo non possono misurare con precisione la lunghezza del giorno su Saturno, ma non sono in grado di spiegare da dove provenge il suo campo magnetico.

Il fatto è che le teorie formulate finora sui campi magnetici dei pianeti implicano che l'asse magnetico di Saturno, della Terra, di Giove e altri corpi celesti dovrebbe essere leggermente inclinato rispetto al suo asse di rotazione affinché all'interno del suo nucleo possano generarsi flussi di plasma, di metallo fuso o di idrogeno metallico, che producano questi campi magnetici.

Questa inclinazione, a sua volta, si riflette nelle fluttuazioni del campo magnetico durante il giorno, che permette di calcolare con precisione la loro durata, osservando per alcuni giorni i cambiamenti del campo magnetico. Queste misurazioni della "Cassini" mostrano che su Saturno non ci sono queste fluttuazioni, il che ha portato gli scienziati ad un vicolo cieco.

Adesso il team di scienziati "Cassini" sta osservando le fluttuazioni dei campi magnetici dei pianeti giganti con la speranza di trovare degli indizi su quali processi interni nell'atmosfera di Saturno nascondono le fluttuazioni del suo campo magnetico.

I primi dati, come sottolineano Dougherty e i suoi colleghi, indicano la presenza di alcune anomalie nel campo gravitazionale, che indicano che Saturno nasconde molti misteri che dovranno essere studiati con l'assistenza di altre sonde, visto che "Cassini" precipiterà nell'atmosfera del pianeta a metà settembre di quest'anno.

Correlati:

Cassini: l'asteroide ha rovesciato il satellite Encelado
Spazio, la sonda Cassini rivela condizioni di vita su luna di Saturno
Spazio, gli scienziati fanno passi avanti verso l’invio di una sonda su Titano
Agenzia spaziale romena accusa Russia della distruzione sonda “Schiaparelli”
Tags:
Esplorazione, saturno, Sonda, Esplorazione dello spazio, NASA, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik