05:19 06 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
304
Seguici su

La Siria è stata privata di più di due terzi delle sue ferrovie a causa delle azioni dei terroristi, nonché di una riduzione del traffico marittimo, ha detto in un'intervista con RIA Novosti il Ministro dei trasporti Ali Hammoud.

In Siria è in corso una guerra dal 2011 tra le forze armate governative e i gruppi armati illegali.

"La nostra rete ferroviaria consisteva di 2450km, i terroristi hanno demolito 17 ponti e circa 1800km sono praticamente distrutti e inutilizzabili, il che influisce negativamente sul trasporto delle merci" ha dichiarato Hammoud.

Secondo lui i terroristi hanno fatto saltare in aria treni e binari e hanno manomesso alcune parti della ferrovia per provocare incindenti. Il Ministro ha accusato le autorità turche di aver aiutato i terroristi nelle operazioni di sabotaggio.

Hammoud ha aggiunto che il trasporto marittimo ha sofferto gravi perdite. "Il numero delle navi che approda nei porti siriani si è ridotto da 4614 dell'anno precedente alla guerra a 1554 dopo l'inizio del conflitto" ha detto lui.

Il Ministro ha osservato che il volume delle merci arrivate via mare in Siria è diminuito di quasi tre volte, da 24 milioni di tonnellate a 9. Ha dichiarato che la maggior parte delle importazioni nei porti è di petrolio e grano.

Correlati:

I missili russi “Kalibr” hanno distrutto sei oggeti dell’Isis in Siria in due mesi
Tunisia, i Fratelli Musulmani impediscono il recupero delle relazioni con la Siria
Siria, Russia: In corso massiccia operazione anti-Isis a nord-ovest di Palmira
Israele contro coinvolgimento dell'Iran nel processo di de-escalation in Siria meridionale
Tags:
Trasporto, Trasporti, Guerra, trasferimento, Conflitto in Siria, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook