09:26 26 Settembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 11°C
    EP President Martin Schulz

    Schulz mette in guardia: bisogna evitare che la crisi migratoria si ripeta

    © flickr.com/ Martin Schulz
    Mondo
    URL abbreviato
    928611

    Il capo del partito socialdemocratico tedesco, l'SPD, Martin Schulz, ha ammonito affinché si ripetesse la crisi migratoria e ha indirettamente criticato l'azione della cancelliera Angela Merkel su questo problema.

    Lo scrive il quotidiano Bild am Sonntag.

    "Nel 2015 in Germania sono arrivati più di un milione di profughi, in gran parte in maniera incontrollata. In quel momento la cancelliera ha aperto il confine con l'Austria. La spinta umanitaria era positiva, ma, purtroppo, mancava un accordo con i nostri colleghi in Europa. Se non facciamo niente ora, la situazione può ripetersi di nuovo" ha detto Schulz.

    Tra poco il politico si recherà in visita in Italia, dove ha intenzione di incontrare il premier italiano Paolo Gentiloni per discutere  l'aumento del numero di rifugiati che arrivano in Europa lungo la rotta mediterranea. Schultz è uno dei candidati alla carica di cancelliere. Ha definito l'immigrazione un tema estremamente attuale ed è il principale della campagna elettorale, aggiunge il quotidiano.

    L'Europa sta vivendo la più grave crisi migratoria dai tempi della Seconda guerra mondiale, causata in primo luogo dai conflitti armati e dai problemi economici nei paesi del Medio Oriente e del Nord Africa. Secondo i dati pubblicati all'inizio di luglio dall'Organizzazione Internazionale per le migrazioni, il numero di migranti arrivati dall'inizio di quest'anno dal mare, in Europa, ha già superato le 100mila persone e quasi l ' 85% di loro è arrivato in Italia.

    Correlati:

    Germania avverte Mosca: rischi peggioramento dei rapporti a causa di Siemens
    L’Eurozona è condannata, non importa cosa facciano Francia e Germania
    Russia conta su Francia e Germania per persuadere Kiev a implementare accordo Minsk
    Tags:
    Migranti, migranti, Bundestag, Martin Schulz, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik