05:54 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 8°C
    Il Pentagono, il quartier generale del Dipartimento della difesa statunitense.

    Pentagono ha definito la Russia "una minaccia" per gli USA

    © Foto: Pubblico dominio
    Mondo
    URL abbreviato
    331983327

    A Washington è necessario evitare l'inizio di un confronto con Mosca, si tratta di potenze nucleari, ha detto il capo dello Stato maggiore dell'esercito USA Joseph Dunford.

    Ha sottolineato che "la grande minaccia" di Mosca è paragonabile al pericolo di paesi come l'Iran, la Cina e la Corea del Nord, ma la Russia dispone di un grande potenziale nel campo militare. Egli ha aggiunto che per questo motivo bisogna competere con il Cremlino nel campo dei cyber attacchi e rafforzare la collaborazione con la NATO.

    Il giorno prima, l'ex direttore dell'intelligence americana, James Clapper ha definito la Russia una "minaccia esistenziale": i russi "hanno armi esotiche e un aggressivo programma spaziale".

    Allo stesso tempo, l'opinione dell'ex-capo dell'Agenzia di Sicurezza Nazionale e della CIA Michael Hayden è in contrasto con quella di Dunford. Secondo lui, la Russia è "una minaccia imminente, ma non esistenziale".

    Prima di questo, in un rapporto dell'intelligence del ministero della Difesa USA, sono state rese note informazioni riguardo Mosca e Pechino, che cercano di indebolire l'influenza americana sulla scena mondiale. In particolare, il documento ha dichiarato che i principali media russi influenzano il pubblico occidentale. In risposta, il redattore capo di RT e Sputnik Margherita Simonyan ha detto che non sapeva che "il Pentagono fosse così pauroso".

    Correlati:

    Pentagono: Russia e Iran contribuiscono alla stabilizzazione in Siria
    Turchia vede i lanciamissili antiaerei russi S-400: Pentagono scettico
    Pentagono spiega perchè USA sono sicuri di nuovo attacco chimico in Siria
    Tags:
    Geopolitica, Difesa, Piano per la difesa, Pentagono, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik