03:11 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
12232
Seguici su

Gli Stati Uniti non hanno un motivo legittimo per rimanere in Siria senza il permesso di Damasco, per le operazioni militari contro i terroristi.

Lo ha detto venerdì il comandante delle operazioni speciali americane, il generale Raymond Thomas.

"Arriverà il giorno in cui i russi diranno: "Perché siete ancora in Siria, Stati Uniti?". E sono già stati vicini a questo punto. Siamo entrati lì legalmente, ma se i russi giocano questa carta, quando vorremo rimanere, non riusciremo a farlo. Lo possono fare" ha detto Thomas, parlando al forum per la sicurezza ad Aspen, Colorado.

Il generale ha ricordato che l'unico motivo per rimanere in Siria è la lotta al terrorismo. A questo proposito, Washington si rifiuta di interrompere le operazioni, nonostante le proteste delle autorità del paese.

Le autorità di Damasco protestano contro la presenza militare straniera sul proprio territorio senza alcun permesso. Ma in realtà le autorità del paese sono costrette a conciliarsi con le truppe USA sul suo territorio, per non entrare in collisione, anche se i militari americani hanno colpito più di una volta l'esercito siriano.

Correlati:

Siria, Lavrov: non sono contrario a legittimare presenza basi americane
Trump dà alla Russia carta bianca in Siria
Siria, recuperati 40 impianti petroliferi nella provincia di Raqqa
Tags:
Guerra, Guerra al Daesh, Esercito, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook