14:02 20 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 10°C
    US President Donald Trump says something to reporters as he departs for travel to Poland and the upcoming G-20 summit in Germany, from the South Lawn of the White House in Washington, US, July 5, 2017.

    Iran: la virata di Donald Trump

    © REUTERS / Jonathan Ernst
    Mondo
    URL abbreviato
    992

    Il presidente USA Donald Trump ha di nuovo infranto una promessa elettorale: questa volta ha deciso di mantenere l'accordo sul programma nucleare iraniano.

    Lo riferisce il quotidiano austriaco Die Presse. I dipendenti del governo americano hanno spiegato che Teheran "rispetta l'accordo".

    Lasciando in vigore l'accordo concluso da Barack Obama, Trump effettivamente effettua un'inversione a 180 gradi, perché prima di essere eletto, ha promesso di rompere "l'accordo più cattivo mai concluso", si legge nell'articolo.

    L'accordo nucleare con l'Iran, scrive il giornalista, è uno dei più importanti successi della politica estera di Obama e obbliga Teheran a una sostanziale riduzione dell'arricchimento dell'uranio, ad un controllo rinforzato internazionale, per il rispetto dell'obiettivo di prevenire la creazione della bomba atomica. In cambio l'Iran ha ottenuto la rimozione delle sanzioni imposte per il suo programma nucleare.

    Tuttavia, l'Iran, come ha detto uno dei rappresentanti del governo americano "continua ad essere una delle minacce più pericolose per gli interessi americani e per la stabilità nella regione". 

    Il ministro delle Finanze americano Stephen Mnuchin ha introdotto una serie di nuove sanzioni, connesse "alla costruzione dell'implemento degli armamenti" e "per il sostegno al terrorismo". Le sanzioni riguardano 18 organizzazioni e individui, connesse al programma missilistico iraniano o alla guardia Rivoluzionaria iraniana, racconta l'autore.

    In particolare, il governo Trump vede in Teheran "una delle principali fonti di instabilità in Medio Oriente", criticando il sostegno dell'Iran al leader siriano Bashar al Assad, il supporto ai libanesi Hezbollah, ai radicali palestinesi dell'organizzazione Hamas. Durante la visita in Arabia Saudita a maggio Trump ha chiesto l'isolamento internazionale dell'Iran, si legge nell'articolo.

    Nel frattempo, questo venerdì a Vienna si terrà un incontro di cinque paesi con diritto di veto all'ONU, ovvero Cina, Russia, Francia, Regno Unito e USA, e si discuterà dell'attuazione dell'accordo nucleare iraniano, conclude Die Presse.

    Correlati:

    Iran promette misure simmetriche in risposta a sanzioni USA
    In Iran il Parlamento approva legge sul “contrasto al terrorismo americano”
    Iran, Tillerson: rispetta obblighi derivanti da accordo nucleare
    Tags:
    Accordo nucleare, accordo nucleare, sanzioni, ONU, Donald Trump, Iran, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik