09:48 20 Giugno 2019
Mosul

Mosul: arrestate donne combattenti russe

© REUTERS / Youssef Boudlal
Mondo
URL abbreviato
6120

Durante la pulizia della città di Mosul dagli ultimi terroristi dello “Stato Islamico” sono state arrestate 20 jihadiste. Lo comunica il Deutsche Welle.

Secondo il Die Welt, tra di loro ci sono 5 ragazze tedesche, compresa un'adoloscente, e altre ragazze da Russia, Turchia, Canada e dalla regione del Caucaso.

Le sospette sono state arrestate la scorsa settimana. Le donne si erano nascoste in un tunnel nel centro storico della città. Presumibilmente le donne erano armate con cinture esplosive.

Il 10 luglio il Premier iracheno Haider al-Abadi ha annunciato la liberazione di Mosul dai terroristi. Questa grande città situata sulle rive del Tigri era stata conquistata dai terroristi nel 2014. L'operazione militare per la riconquista della città è stata lanciata nel 2016. Le forze della coalizione occidentale con a capo gli Stati Uniti hanno dato supporto all'Iraq.

Ad aprile 2017 il presidente Vladimir Putin ha dichiarato che in Siria combattono più di 4000 guerriglieri originari della Russia. Secondo i servizi segreti russi in Iraq nel 2015 tra le file degli estremisti c'erano circa 1700 cittadini russi. Alla fine del 2016, scrive Sputnik, il Ministero degli esteri russo ha riportato i dati sui russi in Siria e in Iraq: dall'inizio del conflitto hanno preso parte ai combattimenti più di 3200 cittadini russi.

Correlati:

Giornalista britannico paragona la reazione dei media alla liberazione di Mosul e Aleppo
Mosul, HRW pensa che gli USA siano responsabili di attacchi contro i civili
Premier iracheno in visita a Mosul per celebrare vittoria con soldati sull'ISIS
Mosul, le mogli dei combattenti dell'ISIS raccontano la vita al fianco dei jihadisti
Tags:
guerra, Terrorismo, terroristi, Guerra, Guerra al Daesh, il ministero degli Esteri, Coalizione internazionale anti-Daesh, Coalizione anti-Daesh, Haider al-Abadi, Vladimir Putin, Mosul, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik