13:54 17 Luglio 2018
Orsetto Winnie the Pooh

Social network cinese “Sina Weibo” censura Winnie the Pooh

© Foto: Youtube/ Lolle
Mondo
URL abbreviato
322

Il “Twitter cinese” Sina Weibo ha vietato di menzionare nei post l'orsetto dei cartoni animati Winnie the Pooh, scrive il quotidiano Financial Times.

Secondo il quotidiano britannico, nel fine settimana i post che citano il nome dell'orsetto dello scrittore inglese Alan Milne sono stati "censurati" da parte dell'amministrazione del social network.

Quando si cercava di pubblicare un messaggio contenente la parola "Winnie the Pooh" sullo schermo appariva la frase "contenuto illegale". Ciononostante alcuni utenti sono riusciti ad aggirare il divieto. Inoltre diverse Gif con l'orsetto Winnie the Pooh sono state rimosse dalla messagistica del social network.

I rappresentanti di Sina Weibo non hanno rilasciato commenti. Ufficialmente le autorità cinesi non hanno rilevato nuove misure normative sul web.

Gli osservatori intervistati dal Financial Times ritengono che il divieto di riferirsi a Winnie-the-Pooh sia legato al fatto che alcuni utenti in precedenza avevano spesso paragonato questo orsetto con il presidente cinese Xi Jinping.

Sina Weibo registra oltre 500 milioni di utenti. Il servizio di microblogging analogo di Twitter è stato lanciato nel 2009.

Correlati:

In Ucraina chiedono di vietare il cartone animato “Masha e Orso”
Media: paesi baltici definiscono Masha e Orso guerra mediatica russa
Gli autori di Masha e l'Orso hanno risposto alle richieste in arrivo dall'Ucraina
Lituania, Masha e Orso sono un pericolo per la sicurezza nazionale
Tags:
Social Network, Censura, internet, Società, Winnie the Pooh, cartone animato, Sina Weibo, Xi Jinping, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik