18:29 17 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca+ 1°C
    Soldati siriani nella provincia di Homs

    Siria, nella provincia di Homs 150 ribelli depongono le armi e ottengono l'amnistia

    © AFP 2017/ JOSEPH EID
    Mondo
    URL abbreviato
    3880120

    Un gruppo di 153 cittadini siriani dell'opposizione anti-Assad hanno deposto le armi, dopo aver deciso di approfittare del "programma di riconciliazione nazionale" e tornare alla vita civile, ha riferito a RIA Novosti una fonte informata nella provincia di Homs.

    "153 persone provenienti da quartieri di Homs sono passati attraverso il "programma di riconciliazione nazionale": hanno deposto le armi e ottenuto l'amnistia", — ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

    Il ministero per la Riconciliazione Nazionale della Siria, nell'ambito di un programma governativo e tramite intermediari, conduce negoziati con i siriani appartenenti ai gruppi dell'opposizione armata.

    Secondo il programma, le autorità siriane offrono ai propri concittadini che combattono dalla parte dei ribelli di consegnare le armi e passare un processo di riabilitazione per tornare alla vita civile dopo aver ottenuto l'amnistia conformemente al decreto del presidente Bashar Assad.

    L'esempio più lampante del successo del programma annunciato dal governo siriano lo si trova nella città di Homs: nel 2014 si sono arresi 1.500 ribelli che avevano occupato il centro della città.

    Correlati:

    Macron: cooperazione con la Russia radicalmente cambiata sulla Siria
    Peskov: Russia e USA collaborano per la tregua in Siria
    Militare russo ucciso dai ribelli anti Assad in Siria
    Tags:
    Opposizione siriana, amnistia, Tregua in Siria, crisi in Siria, Homs, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik