Widgets Magazine
22:54 23 Ottobre 2019
Base siriana di Shayrat colpita dai missili americani

Media russi: USA disperatamente impediscono a esperti di visitare la base aerea di Shayrat

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
Mondo
URL abbreviato
30336
Seguici su

Gli USA impediscono disperatamente agli esperti internazionali di visitare la base aerea di Shayrat, nonostante l’invito da parte del governo siriano, lo comunica a Sputnik il direttore del dipartimento per la non proliferazione e il controllo degli armamenti del Ministero degli esteri russo, Mikhail Ulyanov.

A detta sua la situazione dell'incidente a Khan Sheykun è stata stabilita da Washingon già prima di qualsiasi indagine.

La logica più elementare  in questa situazione farebbe si che Washingon dovrebbe insistere su una tempestiva visita di esperti dell'ONU e dell'OPAC a Shayrat, per convincere a livello internazionale che Damasco sia in violazione della Convenzione per la proibizione di armi chimiche e per evitare che il presidente Siriano Bashar al-Assad "usi nuovamente armi chimiche contro la propria popolazione". Invece no, gli USA cercano disperatamente di impedire agli esperti di visitare la base aerea di Shayrat nonostante l'invito del governo siriano e la sua prontezza a garantire la sicurezza del viaggio" ha dichiarato Ulyanov.

L'opposizione siriana il 4 aprile ha annunciato 80 vittime e 200 feriti a causa di un attacco con l'uso di armi chimiche nella città di Khan Sheykun in provincia di Idlib. Sono state accusate le truppe governative in Siria, che hanno energicamente respinto le accuse e sostenendo responsabilità dei guerriglieri e i loro sostenitori. Le autorità siriane hanno dichiarato di non aver mai usato armi chimiche contro i civili e terroristi, e che l'intero arsenale chimico del paese è stato portato fuori dal paese sotto controllo dell'OPAC.

Gli USA, senza prove e ignorando l'invito della Russia a condurre un'indagine approfondita, hanno colpito l'aeroporto militare di Shayrat nella notte del 7 aprile con 59 missili da crociera. Come dichiarato in precedenza dal presidente Siriano Bashar al-Assad in un'intervista con Sputnik, non c'è stato nessun attacco chimico, e questa è stata una provocazione per giustificare l'attacco contro la base di Shayrat.

Mercoledì il direttore della CIA Mike Pompeo ha dichiarato che la comunità d'intelligence USA ritiene che dispone di prove inconfutabili dell'uso di armi chimiche dal "regime siriano" il 4 aprile a Khan Sheykun.

Correlati:

Tregua in Siria, l’intesa Putin-Trump reggerà?
Siria, Steinmeier: l’accordo tra Russia e USA si l’inizio della risoluzione del conflitto
Militare russo ucciso dai ribelli anti Assad in Siria
Siria, fonte: al-Nusra prepara provocazioni con armi chimiche
Siria, Zakharova: iniziata campagna informativa sull’utilizzo delle armi chimiche
Tags:
conflitto, Conflitto in Siria, Armi chimiche, Conflitto in Siria, Armi chimiche, Indagine sulle armi chimiche in Siria, Uso armi chimiche in Siria, Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche - OPAC, CIA, ONU, Mike Pompeo, Mikhail Ulyanov, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik