22:04 23 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Il lago Bajkal si trova nella Siberia meridionale.

    Geografia all'americana

    © Sputnik. Yuri Kaver
    Mondo
    URL abbreviato
    211699242

    Il Dipartimento USA vuole fornire assistenza ai senzatetto nella mitica città di Kitezh.

    L'agenda politica estera e globale di Washington si è sempre contraddistinta per la sua ampiezza, ma i politici americani e diplomatici a volte si ritrovano su un punto delle mappe dove non avevano previsto. Il dipartimento americano ha pubblicato un rapporto sulla lotta contro la tratta di esseri umani, gli sforzi — ha valutato — in questa direzione sono stati diversi, tra cui quelli svolti in Russia.

    Nel documento il ministero degli Esteri ha criticato le autorità russe per il rifiuto di un'adeguata assistenza al rifugio della città di Kitezh, che però nella reale città di Kitezh non esiste.

    Al ministero degli Esteri è stato diffuso un rapporto sulla lotta contro la tratta di esseri umani in cui il Dipartimento di Stato fa una panoramica degli Stati, dove, secondo i diplomatici americani, le autorità non sono troppo zelanti nel fornire la corretta assistenza. Le autorità russe anche questa volta, nel documento, non se la sono cavata e a loro sono state rivolte delle osservazioni. 

    In questo rapporto, gli esperti del Dipartimento di Stato americano hanno ottenuto nuove informazioni sulla Russia, specificando le lacune nel lavoro nei riguardi delle vittime a Kitezh.

    "Per un periodo, la chiesa ortodossa Russa di Kitezh ha iniziato a prendersi cura dei senzatetto, fornendo loro vitto e alloggio, tuttavia, né cure psicologiche, né mediche sono state loro fornite. Il governo non ha fornito sostegno finanziario" si legge nel documento.

    Non c'è da stupirsi che le autorità russe non abbiano fornito all'istituzione un finanziamento: infatti, secondo il dipartimento di Stato, Kitezh è una città mitica, sita, come vuole la leggenda, sulle rive del lago Svetloyar nella regione di Nizhny Novgorod.

    Democrazia a Kitezh
    © Sputnik. Vitaly Podvitsky
    La leggendaria Kitezh, secondo la tradizione, nel XIII secolo era immersa nelle acque del lago Svetloyar, per evitare che i tartaro-mongoli la invadessero. La leggenda, arrivata fino ai giorni nostri, la indica come la perduta Atlantide russa. I pellegrini sostengono che, in giorni tranquilli, in riva al lago, è possibile sentire il suono delle campane della città mitica.

    Si può supporre che gli autori del documento, senza familiarità con la cultura e la geografia, abbiano sbagliato il nome dell'associazione benefica con il nome della città in cui si trova. Tuttavia, non sono fornite nella sezione altre indicazioni geografiche o di altri luoghi. Strano che i diplomatici statunitensi e i rappresentanti dei diritti umani, che ribadiscono l'obiettività dei loro dati, commettano un errore così stupido in una relazione così seria, perché si potrebbe supporre che i dati presentati in questo rapporto, sono semplicemente inventati. 

    Correlati:

    Come risponderà la Russia all'espulsione dei diplomatici dagli USA
    Libia, NOC: La Russia ha cominciato ad acquistare petrolio con 1 o 2 spedizioni al mese
    Ucraina, Kiev ipotizza di estendere la lista delle sanzioni alla Russia
    Tags:
    studio, relazioni, Dipartimento di Stato USA, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik