19:53 23 Giugno 2018
La sede del parlamento europeo a Bruxelles

Brexit, europarlamentari indignati dalla recente dichiarazione di Londra

© Sputnik . Irina Kalashnikova
Mondo
URL abbreviato
533

Gli esponenti di centro-destra, socialisti, liberali, sinistra radicale e verdi al Parlamento europeo si sono detti indignati dalla proposta delle autorità britanniche riguardo i cittadini europei nel Regno Unito dopo l’uscita dall'UE.

"Il governo del Regno Unito suggerisce che il giorno dopo la Brexit i cittadini europei siano considerati come provenienti da paesi terzi. Avranno meno diritti rispetto a quelli che ricevono i cittadini britannici nell'UE", si legge in una dichiarazione collettiva pubblicata oggi dall'agenzia Belga

Gli eurodeputati sostengono che la proposta di Londra crea il rischio di una cittadinanza di "seconda classe" ed è in contraddizione con le precedenti dichiarazioni delle autorità britanniche sul fatto che la Brexit non non avrebbe influito negativamente sui cittadini europei nel Regno Unito.

Tra i deputati autori della dichiarazione c'è anche il rappresentante dell'assemblea per le trattative sulla Brexit ed ex primo ministro del Belgio Guy Verhofstadt,

Il Regno Unito ha deciso di abbandonare l'UE in seguito al referendum del 23 giugno 2016. Il 29 marzo Londra ha ufficialmente annunciato l'avvio delle trattative per il ritiro dall'Unione ed ha consegnato la relativa richiesta scritta al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. Secondo l'articolo 50 del trattato di Lisbona, l'effettiva uscita di Londra dall'UE avverrà dopo due anni dall'inizio delle trattative ovvero il 29 marzo 2019.

Correlati:

Sondaggio mostra quanti britannici vogliono mantenere cittadinanza UE dopo Brexit
Media: Theresa May potrebbe annullare negoziati per la Brexit
Sondaggio, gli europei credono che presto altri paesi seguiranno l’esempio della Brexit
Tags:
Gran Bretagna, dichiarazioni, Brexit, Parlamento Europeo, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik