18:30 19 Novembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 1°C
    Mondo

    La NASA tenterà oggi di vedere l'ombra del pianeta nano sulla Terra

    Mondo
    URL abbreviato
    1433631

    L'osservatorio volante SOFIA unico nel suo genere tenterà oggi di "recuperare" e fotografare l'ombra del pianeta nano 2014 MU69, precursore di Plutone, nel momento in cui oscurerà il cielo notturno.

    Lo riferisce la NASA.

    "A giugno 2015, poco prima dell'arrivo della New Horizons su Plutone, abbiamo osservato, dopo aver studiato l'ombra di Plutone, di aver ottenuto dati unici sulla composizione della sua atmosfera. Quest'anno continuiamo a collaborare con la squadra scientifica per ottenere le informazioni del passaggio della sonda 2014 MU69 nel 2019" ha detto Kimberly Smith, responsabile del progetto SOFIA.

    A ottobre e all'inizio di novembre dello scorso anno, dopo il trasferimento delle interessanti immagini di Plutone e delle sue lune, la sonda New Horizons ha prodotto una serie di quattro cicli di accelerazione e di manovre, che gli permetteranno di incontrare a gennaio 2019 l'oggetto 2014 MU69. Ora New Horizons è a metà strada rispetto al 2014 MU69, tuttavia, gli scienziati si preparano all'incontro della sonda con un campione primario del sistema solare, studiandolo con telescopi spaziali e terrestri.

    A giugno gli astronomi hanno cercato per la prima volta di osservare come il 2014 MU69 possa oscurare la luce di una stella lontana. Queste osservazioni hanno portato a risultati inaspettati: gli astronomi non sono riusciti a vedere l'"ombra" pianeta nano, per questo hanno messo in dubbio la sua esistenza.

    Il telescopio SOFIA, montato a bordo di un Boeing 747 speciale, li aiuterà a capire se è vero e reale. Ha molta più sensibilità e risoluzione dei telescopi terrestri, con cui gli astronomi hanno seguito il 2014 MU69 a giugno di quest'anno. Gli scienziati sperano di ottenere foto delle "ombre" del pianeta o se in questo caso, dice il team scientifico della New Horizons, si tratta di uno sciame di piccoli asteroidi, oggetti di grandi dimensioni.

    L'ombra del 2014 MU69, come dicono gli astronomi, è circa 100 volte inferiore a quella di Plutone, così hanno chiesto il sostegno del gruppo scientifico europeo della sonda GAIA per calcolare con precisione la posizione del punto in cui si troverà: quasi in mezzo all'oceano Pacifico.

    Altre analisi del SOFIA hanno intenzione di rifarle tra una settimana, quando il 2014 MU69 sarà sul disco di una stella. Anche se gli astronomi non riescono a bloccare l'ombra del pianeta nano, sperano di ottenere i dati sulla sua composizione chimica, e sulle sue dimensioni. 

    Correlati:

    NASA: potrebbe essere sciame meteoritico il corpo celeste 2014 MU69 oltre Plutone
    NASA: falliti i test del pannello solare estendibile ROSA
    NASA: la vita su Marte potrebbe essere esistita più a lungo di quanto ritenuto
    Tags:
    Scoperta nuovo pianeta, NASA, Spazio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik