03:11 21 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 6°C
    Famiglia

    Sociologi evidenziano cambio mentalità dei russi sui ruoli nella famiglia

    © Fotolia / Photocreo Bednarek
    Mondo
    URL abbreviato
    0 93

    I russi credono sempre più nella parità di diritti all'interno della famiglia e si allontanano dai valori patriarcali. Le famiglie si stanno adattando con successo al contesto attuale, dividendo i ruoli secondo le caratteristiche individuali e le circostanze oggettive.

    Emerge da un sondaggio condotto dall'istituto panrusso di ricerche dell'opinione pubblica VTsIOM.

    Se nel 2005 il 38% dei russi vedeva nel capo famiglia l'uomo più anziano oppure in mancanza di una figura maschile una donna, mentre il 35% dichiarava che nessuno doveva essere considerato come autorità superiore all'interno del nucleo familiare.

    Quest'anno i sostenitori della seconda posizione sono quasi raddoppiati (60%), mentre l'altro gruppo si è ridotto fino al 20%.

    Il 62% dei russi che hanno una famiglia afferma che in casa non c'è nessuno che comanda, tutte le decisioni vengono prese in comune. Tuttavia, come notato da sociologi, la posizione degli uomini è ancora forte: il 29% ammette che di fatto il capo famiglia è il marito (tra gli uomini 34%), mentre ritiene che abbia un ruolo di primo piano la moglie solo il 7% degli intervistati (tra le donne 12%).

    Inoltre i risultati del sondaggio mostrano che i russi considerano migliore la vita familiare. Tra le persone sposate, quasi tutti sono soddisfatti del rapporto con il coniuge (96%).

    Tags:
    Sondaggio, Famiglia, Società, VTsIOM, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik