02:01 24 Settembre 2018
Aereo spia americano RC-135U intercettato da caccia russo Su-27 nel Baltico (19 giugno 2017)

Caccia russi decollati quattro volte in una settimana per intercettare aerei stranieri

© Foto: U.S. European Command
Mondo
URL abbreviato
2181

I caccia dell’aeronautica russa la scorsa settimana sono decollati quattro volte per intercettare aerei ricognitori stranieri, comunica il Ministero della difesa.

Secondo la tabella pubblicata dal Ministero la ricognizione presso i confini russi viene condotta da 9 aerei. Si segnala che nessuno di essi ha violato lo spazio aereo russo.

La scorsa settimana il Ministero ha comunicato di sei decolli per l'intercettazione ai aerei ricognitori. Gli aerei stranieri fino ad ora hanno condotto 15 voli di ricognizione vicino i confini russi.

La ricognizione aerea dei paesi NATO a metà giugno ha significativamente aumentato la sua attività presso i confini occidentali della Russia. L'ultimo incidente è avvenuto sulle acque neutrali del Mar Baltico quando un caccia F-16 si è avvicinato all'aereo del Ministro della difesa russo Sergey Shoygu diretto a Kaliningrad.

Il Ministero ha dichiarato diverse volte che tutti i voli dell'aeronautica russa vengono condotti in stretta conformità con le norme internazionali e senza violare i confini di altri stati.

Correlati:

I caccia Sukhoi SU-24 compiono 50 anni
Pubblicate foto di “incontro ravvicinato” tra caccia russo e aereo spia USA nel Baltico
Caccia NATO tenta avvicinamento ad aereo del ministro russo Shoigu
Caccia armati russi volano a un metro e mezzo da quelli americani
Tags:
Intercettazioni, F-16, intercettazione, Aeronautica militare della Russia, Ministero degli Esteri, NATO, Sergey Shoygu, Kaliningrad, Mar Baltico, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik