14:09 21 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 28°C
    Mercurio

    ESA: UE e Russia pronti a volare verso Mercurio nel 2018

    © Foto: Pixabay
    Mondo
    URL abbreviato
    232920

    Tutto è pronto per la missione internazionale BepiColombo diretta su Mercurio all’inizio di ottobre 2018. Lo ha dichiarato Johannes Benkhoff, direttore scientifico del programma presso l'Agenzia Spaziale Europea.

    "I ritardi nella realizzazione del nostro progetto, grazie al quale siamo riusciti a superare gli Stati Uniti, sono stati causati dal fatto che abbiamo voluto prepararci bene a raggiungere questo gigantesco ‘forno'. Abbiamo dovuto rivedere l'intero progetto diverse volte a causa del surriscaldamento dei componenti della sonda, modificare il vettore e risolvere molti altri problemi. Soltanto adesso possiamo dire con certezza che siamo pronti per raggiungere Mercurio nell'ottobre 2018", ha detto lo scienziato.

    Il progetto BepiColombo, dal nome del matematico italiano Giuseppe Colombo, è stato avviato dall'ESA nel 2009, ma i progetti per la costruzione di una sonda da inviare su Mercurio risalgono agli anni Ottanta. In origine era previsto che la BepiColombo fosse inviata su Mercurio nel 2014, ma numerosi ritardi e incidenti durante l'assemblaggio della sonda hanno fatto slittare la missione ad ottobre 2018. Oggi i rappresentanti dell'ESA hanno confermato ufficialmente la data e assicurato il pubblico che non sarà più posticipata.

    A bordo della sonda MPO che fa parte del programma russo-europeo BepiColombo saranno installati 11 attrezzi scientifici che dovranno aiutare a scoprire i segreti del sottosuolo e della superficie di Mercurio. Alcune cose sono già state definite dalla sonda americana Messenger, che ha lavorato nell'orbita del pianeta per 4 anni.

    Secondo Benkhoff, uno degli scopi principali della sonda MPO sarà confermare la presenza di acqua su Mercurio e cercare traccie di attività geologica.

    Due di questi attrezzi saranno realizzati con la partecipazione della parte russa, simili agli attrezzi usati dal Mars rover Curiosity, dalle sonde LRO e Mars Odyssey.

    Gli scienziati russi hanno anche partecipato alla creazione dell'apparato francese PHEBUS, destinato a studiare la composizione chimica dell'esosfera di Mercurio.

    Insieme alla sonda MPO della missione BepiColombo partirá anche la sonda giapponese MMO che va a studiare il campo magnetico di Mercurio e cercherà di chiarire la sua origine e le sue caratteristiche.

    Il capo della missione BepiColombo dell'Agenzia spaziale europea Ulrich Reininghaus ha detto che la sonda MPO ha gia superato con successo una serie di test e che entro fine anno passerà altre due grandi prove. I partecipanti alla missione sono sicuri che il controllo e montaggio finali saranno terminati entro l'8 marzo 2018 e la sonda sarà pronta per il lancio nell'ottobre dello stesso anno. La sonda passerà nello spazio 7 anni arrivando su Mercurio nel dicembre 2025.

    Correlati:

    Spazio, sviluppi nello studio dell’atmosfera di Venere
    Il drone solare cinese è entrato nel medio spazio
    Astrofisici scoprono nello spazio un anello formato da un alcole tossico
    Tags:
    mercurio, esplorazione, ricerca scientifica, missione, spazio, ESA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik