00:53 23 Novembre 2019
La foto fabbricata e sfruttata nei media occidentali per la guerra in Siria di Omran Daqneesh

Mosca chiede alla CNN di riconoscere errore su foto bambino siriano

© REUTERS / Mahmoud Raslan
Mondo
URL abbreviato
5240
Seguici su

La Russia si aspetta che la CNN riconosca di aver sbagliato in relazione alle foto del bambino siriano Omran Daqneesh e preparare un testo di scuse, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

La vicenda di Daqneesh aveva ricevuto una notevole attenzione nell'estate del 2016, quando alcuni media avevano pubblicato le immagini riprese nel Centro Medico di Aleppo di un bambino superstite durante i bombardamenti che avevano distrutto la sua casa nella parte orientale della città occupata dagli islamisti. I media occidentali avevano accusato le forze aeree russe di aver bombardato le case dei civili. La conduttrice della CNN Christiane Amanpour, in un'intervista con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, aveva mostrato la foto del bambino con la scritta "questo è un crimine contro l'umanità."

"Come prima aspettiamo dalla CNN una reazione, esortiamo i giornalisti ad ammettere lo sbaglio e preparare un materiale in cui si spiega l'errore. Credetemi, non sorvoleremo su questo argomento", — ha dichiarato la Zakharova in una conferenza stampa.

Secondo la portavoce del dicastero diplomatico russo, la CNN dovrebbe ammettere il suo errore, in caso contrario si tratterebbe di una manipolazione deliberata dell'opinione pubblica.

"L'assenza di una risposta chiara del canale su questo tema suggerisce l'idea che i giornalisti della CNN erano consapevoli della deliberata distorsione della realtà," — ha osservato la Zakharova.

In un'intervista con RT Ruptly il padre del bambino, oltre a proclamarsi sostenitore di Assad, aveva dichiarato che la gravità delle ferite di suo figlio era stata notevolmente esagerata e le immagini erano state fabbricate dagli insorti siriani per altri scopi, in particolare per screditare il governo di Damasco.

Correlati:

Siria, media: i genitori del piccolo Omran non lasciano Aleppo e sostengono Assad
La nostra cattiva coscienza sulla foto del piccolo Omran
CNN cancella articolo sui legami della squadra di Trump con la Russia
Media: CNN rafforza regole di pubblicazione notizie su Russia
Time: Casa Bianca definisce lavoro CNN “una vergogna per il giornalismo”
Giornalista americano pubblica registrazioni sulle "manipolazioni" della CNN
Perché la verità sulla Siria non interessa ai media occidentali? Risponde analista tedesco
Tags:
Occidente, Propaganda, Giornalismo, crisi in Siria, Il Ministero degli Esteri della Russia, CNN, mass media, Maria Zakharova, Omran Daqneesh, Aleppo, Russia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik