22:14 18 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 21°C
    Il leader della Corea del Nord durante un lancio missile

    WSJ: Russia e Cina stanno cercando dissuadere gli USA dall’attaccare la Corea del Nord

    © Foto: KCNA
    Mondo
    URL abbreviato
    222679157

    Per l'azione diplomatica è rimasto poco tempo e gli Stati Uniti sono disposti a usare la forza militare, se non si riesce a dissuadere la Corea del Nord dallo sviluppare armi che possono essere utilizzate per attaccare gli Stati Uniti. Lo scrive il Wall Street Journal.

    A questo proposito Russia e Cina sono fortemente contrarie all'introduzione di nuove sanzioni e al ricorso ad azioni militari, piuttosto vogliono proporre un piano congiunto che inviti al dialogo e che porti alla distensione della crisi nella penisola coreana.

    Stati Uniti e Russia si sono scontrati al Consiglio di sicurezza dell'ONU su come rispondere al programma nucleare della Corea del Nord. Come riportato dal Wall Street Journal, da questo confronto si evince che gli Stati Uniti non credono nella soluzione diplomatica della crisi.

    Dopo il test condotto dalla Corea del Nord il 4 luglio lancio, gli Stati Uniti ha inviato hanno minacciato di ricorrere alla forza militare.

    Il rappresentante permanente degli USA presso le Nazioni Unite, Nikki Haley, ha avvertito i diplomatici che rimane poco tempo per l'azione diplomatica e ha detto che l'amministrazione Trump è pronta a ricorrere alla forza militare, se le misure repressive non saranno sufficienti a far desistere Pyongyang dallo sviluppo di armi nucleari.
    Il comandante in capo delle forze USA in Corea del Sud, il generale Vincent Brooks, ha detto che gli Stati Uniti e la Corea del Sud sono pronti a entrare in guerra contro la Corea del Nord, se verrà dato questo ordine.

    "L'auto-controllo, che è una scelta, è tutto ciò che separa l'armistizio della guerra — ha detto Brooks. — Siamo pronti a cambiare idea, se ci sarà ordinato. Sarebbe un grave errore pensare il contrario".

    I funzionari degli Stati Uniti hanno per anni avvertito che un attacco contro la Corea del Nord avrebbe comportato un effetto devastante sotto forma di ritorsioni verso la Corea del Sud e, forse, il Giappone.

    Secondo gli analisti, l'azione militare può assumere diverse forme. La più probabile è limitata ad attacchi aerei sugli impianti nucleari o missilistici della Corea del Nord. Meno probabile è l'attacco diretto al leader del paese.

    Tuttavia Russia e Cina sono unite contro gli Stati Uniti e i suoi alleati dicendo che sono categoricamente contro le nuove sanzioni o le azioni militari, e propongono un piano diplomatico congiunto che mira a risolvere la crisi attraverso il dialogo. Ogni azione militare diretta potrebbe essere percepita dalla Corea del Nord come una minaccia alla propria esistenza, spingendola a rispondere con la forza. Questo potrebbe provocare la morte di milioni di persone nella penisola coreana.

    Correlati:

    Il Cremlino commenta la situazione riguardo la Corea del Nord
    Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno tenuto esercitazioni missilistiche congiunte
    Russia, Duma: necessario il controllo internazionale sulla condotta della Corea del Nord
    Tags:
    crisi, tensione, Cooperazione, Dialogo, risoluzione, situazione nella penisola coreana, ONU, Corea del Nord, USA, Cina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik