03:15 23 Settembre 2018
Ricerca

Fisici russi inventano insolito metodo per la scissione dell'acqua

© Fotolia / Hoda Bogdan
Mondo
URL abbreviato
5130

Scienziati di Russia e Stati Uniti hanno sviluppato un nuovo catalizzatore a base di nanoparticelle, proteine, batteri e analoghi sintetici di membrane e loro cellule che in un modo insolitamente efficace sfruttano l'energia della luce per dividere l'acqua in idrogeno ed ossigeno, si afferma in un articolo pubblicato sulla rivista ACS Nano.

"I nostri laboratori, che si occupano delle membrane proteiche, si sono concentrati principalmente sulle questioni mediche e biofisiche. Ma il recente lavoro con i nostri colleghi americani dimostra che quando si combinano materiali biologici e tecnici si possono sfruttare catalizzatori per estrarre combustibile ad idrogeno," — afferma il professor Vladimir Chupin dell'Istituto di Mosca di Fisica e Tecnologia, le cui parole sono riportate dall'ufficio stampa dell'ateneo dove lavora.

Chupin e i suoi colleghi hanno trovato un modo insolito per migliorare l'efficienza di questi catalizzatori, combinandoli con due componenti biologiche, analoghi delle membrane batteriche, che sono ora in fase di sviluppo per sintetizzare proteine. Microbi della specie Halobacterium salinarum usano queste molecole come "occhi" e convertitore di energia luminosa per molecole di ATP.

In futuro i ricercatori sperano che tutti i componenti della scissione dell'acqua, tra cui le nanoparticelle, possano essere posizionate all'interno di una biostruttura sintetica in grado di migliorarne l'efficacia e rendere la produzione di combustibile pulito economicamente vantaggiosa.

Tags:
Fisica, Scienza e Tecnica, Energia, Acqua, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik