13:08 20 Ottobre 2018
Combattenti del Daesh

Siria, ucciso belga che reclutava mercenari per lo Stato islamico

© REUTERS / Stringer
Mondo
URL abbreviato
4130

Il belga che reclutava a Bruxelles i mercenari per l’ISIS è stato ucciso in Siria. Lo riporta oggi il giornale Het Laatste Nieuws.

Yacine Azzaoui stava reclutando mercenari tra i giovani nella città natale Molenbeek. Aveva convinto a partecipare alla guerra in Siria intere famiglie. Secondo la pubblicazione, l'arruolatore è riuscito a mandarci almeno quattro famiglie con i figli.

Nel suo lavoro di reclutamento,Yacine era aiutato da sua moglie Melissa che faceva propaganda fra le donne. Dopo che il marito era partito per la Siria, Melissa ha provato di raggiungerlo nel gennaio dell'2015 ma è stata arrestata all'aeroporto Charleroi di Bruxelles. Al tribunale che l'ha condannata a quattro anni di carcere, Melissa ha confessato le sue colpe e ha rinnegato suo marito.

In precedenza il network RTL ha informato che, secondo il ministero dell'Interno belga, nel 2017 sono state registrate nel database della polizia 18.884 persone sospettate di legami con i terroristi. Questa statistica supera per 10 volte i dati del 2010. Di questi, 2200 persone si presume siano state radicalizzate e potenzialmente pronte a commettere azioni violente.

Correlati:

"Lady Jihad" vuole tornare in Gran Bretagna dopo essersi arruolata nell'ISIS in Siria
Media: ucciso in Siria uno dei leader dell’ISIS in bombardamento russo
Iraq, liberata Mosul. Ministero Difesa: ISIS sconfitto per sempre
Tags:
militanti, terroristi, mercenari, uccisione, Reclutamento, Lotta al terrorismo, ISIS, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik